Psicologa senza vaccino reintegrata al lavoro, Corbelli raccoglie centinaia di adesioni a favore del giudice Zanda

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Psicologa senza vaccino reintegrata al lavoro, Corbelli raccoglie centinaia di adesioni a favore del giudice Zanda
Corbelli

Corbelli ha promosso sulla pagina Fb di Diritti Civili una campagna a sostegno della giudice Zanda. Una valanga di adesioni da tutt’Italia. “Non lasciamo sola questa coraggiosa e onesta giudice che con la sua storica sentenza ha reso Giustizia a milioni di italiani vessati, ricattati e ghettizzati dal Governo per aver difeso la propria libertà di scelta”!

  19 luglio 2022 13:32

Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, come riporta oggi La Verità, ha preso le difese del  giudice civile del Tribunale di Firenze, Susanna Zanda, che nei giorni scorsi ha reintegrato una psicologa toscana non in regola con l’obbligo vaccinale, utilizzando parole nette e pesanti contro dei sieri sperimentali, che ha scritto, “sono pericolosi. Sono talmente invasivi da insinuarsi  nel Dna, alterandolo in modo che potrebbe risultare irreversibile con effetti ad oggi non prevedibili per la vita e la salute”. Ed ha aggiunto che “questi sieri ad oggi hanno prodotto nel mondo migliaia di decessi e gravi reazioni avverse”!

Corbelli per sostenere questa giudice, che definisce “coraggiosa e onesta (e che per questo è stata attaccata ignobilmente dal ministro Speranza e da qualche solito, noto Ordine professionale e non difesa dall’Anm)”, ha promosso, sulla popolare pagina Fb di Diritti Civili, una campagna di solidarietà che sta già facendo registrare una valanga di adesioni . Sono già in due giorni centinaia e centinaia.

Banner

Così scrive Corbelli: "Chi ha il coraggio di affermare la verità non può essere lasciata sola. Per questo la giudice Zanda deve sentire forte il sostegno e la solidarietà degli italiani, ad iniziare da quelli che non si sono piegati ai ricatti e hanno lottato per la libertà di scelta, pagando per questo un prezzo altissimo e assurdo, con la brutale soppressione di tutti i loro diritti, la ghettizzazione e l’isolamento dal contesto sociale! La giudice Zanda con la sua sentenza oggi rende giustizia e dà fiducia e  speranza a milioni di italiani che sono stati vessati e ricattati da un Governo antidemocratico e repressivo che solo per questo deve andare subito a casa non certo per le ridicole, assurde e vergognose diatribe tra i partiti che lo sostengono, che sono tutti complici e responsabili dei decreti e delle leggi liberticide varati dall’Esecutivo Draghi-Speranza e approvati dal Parlamento. La giudice Zanda ha spazzato via tutte le menzogne e fatto emergere la verità su quello che, di tragico, è successo nel nostro Paese, che prima o poi in tanti, a tutti i livelli, dovranno essere chiamati a risponderne davanti alla Giustizia, quella vera e giusta, che nessun Potere potrà mai fermare! Ci auguriamo che anche altri giudici abbiano lo stesso coraggio e il senso di giustizia della dott.ssa Zanda. Auspichiamo e chiediamo infine che venga fatta verità e giustizia sulla tragedia immane delle morti improvvise che continua in modo impressionante!".

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner