Quarant'anni senza Rino Gaetano. Nesci: "Un calabrese romano, un italiano del mondo. Roma finalmente gli dedica il 'suo albero'”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Quarant'anni senza Rino Gaetano. Nesci: "Un calabrese romano, un italiano del mondo. Roma finalmente gli dedica il 'suo albero'”

  03 giugno 2021 17:22

"Sono davvero commossa per questa originale iniziativa del Comune di Roma, nata su mio impulso e accolta subito dalla sensibilità della Sindaca Virginia Raggi. Oggi è stato finalmente dedicato a Rino Gaetano l’albero in Via Nomentana sotto al quale, da quarant’anni, generazioni di fan portano un fiore in ricordo di quel tragico incidente che gli costò la vita". Così in una nota dell'onorevole Dalila Nesci.

Banner

"Rino Gaetano rappresenta per tutti noi, anche per quelli, come me, nati dopo quel 2 giugno 1981, - prosegue - uno straordinario simbolo di libertà. Quella libertà dai canoni musicali, che lo ha reso un unicum nel panorama artistico italiano, era infatti figura di una libertà interiore che gli permetteva di attaccare il sistema di potere con la sottile ironia che solo i geni possiedono".

Banner

"Un calabrese romano, un italiano del mondo. I suoi temi come l’emarginazione, la corruzione, l’emigrazione, il Sud, - conclude - sono ancora oggi l’urgente agenda politica di chi, con la stessa libertà d’animo, vuole migliorare la società in cui viviamo. Di chi, come lui, non ha paura".

Banner

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner