Quasi un anno di lavori alla statale 19, incontro in Prefettura: "Si cercano soluzioni alternative con Anas"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Quasi un anno di lavori alla statale 19, incontro in Prefettura: "Si cercano soluzioni alternative con Anas"
Prefettura di Catanzaro
  17 febbraio 2022 16:36

Si è tenuto oggi in Prefettura a Catanzaro, un tavolo al fine di analizzare congiuntamente le problematiche sottese alla chiusura della SS. 19, in località “Petrara” del comune di Tiriolo, in occasione del prossimo avvio dei lavori di messa in sicurezza dell’arteria viaria.

All’incontro. – si legge in una nota ufficiale della Prefettura stessa , organizzato dal Prefetto Cucinotta e che ha visto la partecipazione del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per il Sud e la Coesione Territoriale, On. Dalila Nesci, dei sindaci dei comuni di Cicala, Decollatura, San Pietro Apostolo, Serra Stretta, Soveria Mannelli e Tiriolo, dei dirigenti di Anas, della Provincia di Catanzaro e della Regione Calabria, dei rappresentanti del “Comitato la strada che non c’è”, è stato illustrato da Anas il cronoprogramma degli interventi di messa in sicurezza, che prevederebbero una prima fase di 5 mesi e mezzo in cui verrà garantita, come avviene ora, la percorribilità del tratto interessato, per poi procedere ad una chiusura totale negli ultimi 4 mesi dei lavori.

Banner

La chiusura totale, necessaria per la tipologia degli interventi proposti, che vedranno la posa in opera di una galleria artificiale, potrebbe creare disagi all’utenza, costretta a riversarsi sulla viabilità alternativa, con incremento dei tempi di percorrenza, costituita da strade provinciali, caratterizzate, in alcuni tratti, da limitazioni di transito, con conseguente difficoltà a garantire l’incremento di traffico proveniente dai territori del comprensorio.

Banner

Si è discusso, quindi, sulla opportunità di individuare ulteriori percorsi alternativi e si è stabilito di aggiornare il tavolo prefettizio, a valle dell’esito di una riunione tecnica, richiesta all’Assessore alle Infrastrutture e Lavori Pubblici della Regione Calabria, nel corso della quale i tecnici regionali, quelli provinciali e quelli di ANAS possano confrontarsi per individuare altre possibili soluzioni per la viabilità, che consentano di ridurre al minimo i disagi e garantire, quindi, la continuità dei servizi essenziali nei territori interessati, contemperando le predette esigenze con quelle di messa in sicurezza del tratto di SS. 19.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner