Reddito di cittadinanza, rischia di perderlo chi non presenta l'ISEE entro il 31 gennaio

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Reddito di cittadinanza, rischia di perderlo chi non presenta l'ISEE entro il 31 gennaio
Il Reddito di Cittadinanza
  07 gennaio 2020 17:19

Rischio sospensione del reddito di cittadinanza per i percettori che entro gennaio non rispettano i requisiti richiesti e primo fra tutti l’aggiornamento del certificato l’ISEE. Con una comunicazione a tutti i percettori del beneficio l’INPS, l’Istituto pagatore del Reddito di Cittadinanza, ha infpormato che gli assegni relativi al mese di febbraio e successivi saranno sospesi se appumto non si presenta l’aggiornamento ISEE entro fine gennaio.
Per l’accreditamento dell’assegno di gennaio vale il vecchio ISEE ma da febbario tolleranza zero. I beneficiari del reddito di cittadinanza,quindi, dovranno provvedere ad aggiornare il proprio ISEE e darne comunicazione rispettando il termine del 31 gennaio 2020. Per il modello ISEE 2020 è necessario compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (mod DSU) nella quale sono inserite tutte le informazioni relative alla composizione del nucleo familiare e della situazione patrimoniale e reddituale.

 

Banner

La DSUDichiarazione Sostitutiva Unica) può essere presentata non solo recandosi presso un Caf, ma anche:presso l’Ente che eroga la prestazione sociale agevolata,il Comune e per via telematica presso le sedi INPS oppure collegandosi al sito internet www.inps.it, nella sezione Servizi On-line - Servizi per il cittadino.

Banner

I Caf tuttavia forniscono la prestazione in modo gratuito compilando la DSU e rilasciando il modello ISEE 2020.

Banner

Da segnalare che la regola dell’aggiornamento del certificato ISEE vale anche per i percettori di  bonus bebè 2020. (encos)

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner