Regionali. Abramo aderisce a 'Coraggio Italia': i retroscena dietro la svolta del sindaco di Catanzaro

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Regionali. Abramo aderisce a 'Coraggio Italia': i retroscena dietro la svolta del sindaco di Catanzaro

  08 settembre 2021 23:22

di GABRIELE RUBINO

La notizia politica di giornata è l'adesione formale di Sergio Abramo a 'Coraggio Italia'. Il sindaco di Catanzaro passa nelle fila del fresco partito di un altro sindaco, quello di Venezia, Luigi Brugnaro che ha fondato assieme al presidente della Liguria Giovanni Toti. Lo stesso Brugnaro ha accolto Abramo con tanto di nota stampa ufficiale. Tanto per far capire che non si tratta di un nuovo acquisto qualsiasi. Entrambi primi cittadini, entrambi arrivano dal mondo imprenditoriale ed entrambi badano più al pragmatismo che all'ideologia fine a se stessa. Elementi che inducono a pensare che la svolta del padrone di Palazzo de Nobili sia stata dettata dalla necessità di trovare un abito politico più adatto a lui rispetto al classico completo.

Banner

Abramo, storicamente di Forza Italia, in occasione delle ultime elezioni regionali ha pubblicamente appoggiato il candidato della Lega Filippo Mancuso. Nonostante i flirt con alcuni pesi massimi leghisti e con lo stesso Salvini, non ha però mai preso la tessera del Carroccio. Per questo, fino a pochi mesi fa ci teneva a ribadire in pubblica piazza di essere del partito del Cavaliere. Del partito ma non nel partito azzurro, che a Catanzaro per anni è stato di Domenico Tallini seppure adesso questa supremazia soffra della 'vigilanza light' del coordinatore regionale Giuseppe Mangialavori. Il duo Abramo-Tallini à stato l'asse politico del capoluogo tanto dominante quanto litigioso. Paradossalmente, pur se la presa di Tallini in quest'ultima fase si sia inevitabilmente infiacchita, non si è creato lo spazio giusto per Abramo e nemmeno per l'altro grande big del centrodestra catanzarese Baldo Esposito, finito nella fila dell'Udc, nonostante nel Cosentino ci sia stato il ritorno dal portone principale azzurro dei gentiliani.

Banner

Abramo ha detto che sarà impegnato con Coraggio Italia in prima linea già nelle prossime Regionali. Non da candidato ovviamente. Chi appoggerà? La risposta è arrivata già oggi poiché la sua presenza all'avvio della campagna elettorale di Frank Santacroce non è certo casuale. Gli ammiccamenti sono durati qualche settimana e poi il tutto è stato formalizzato. Non è stato l'unico abboccamento nel centrodestra ma alla fine è stato quello più convincente. Alla convention di Santacroce c'erano due fedelissimi di Abramo: Fabio Talarico e Giuseppe Pisano. Entrambi dovrebbero seguire la strada tracciata dal sindaco. Ma per 'Coraggio Italia' potrebbe non essere l'unico apporto in arrivo da Palazzo de Nobili. Si parla di un paio di consiglieri di centrodestra, per adesso in penombra, che già avrebbero garantito l'impegno in campagna elettorale.    

Banner

Abramo chiuderà la sua esperienza da sindaco di Catanzaro a metà del prossimo anno e non ha fatto mai mistero di 'gradire' una chiamata all'interno dell'esecutivo regionale. Tuttavia, in questo momento, se la vittoria di Roberto Occhiuto è scontata per la totalità dei sondaggi la composizione della nuova Giunta che si insedierà alla Cittadella (al netto della vice-presidenza assegnata a Nino Spirlì) è un grandissimo rebus. A scioglierlo una mano la daranno la conta e il peso dei voti del 3 e 4 ottobre. 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner