Regionali. Centrodestra in stand-by e mercoledì Saccomanno incontra Salvini

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Regionali. Centrodestra in stand-by e mercoledì Saccomanno incontra Salvini
Giacomo Francesco Saccomanno
  16 marzo 2021 10:44

di ENZO COSENTINO

L’appuntamento elettorale per le regionali in Calabria scuote al suo interno il centrodestra che attualmente governa la Regione. Circola nello schieramento una indicazione di massima, ma non ancora proposta formalmente da FI agli altri partner. Il nome è quello del deputato Roberto Occhiuto. Lo slittamento prolungato della chiamata al voto da aprile ad ottobre sembra aver rallentato la corsa della campagna elettorale.

Banner

Ma il leader della Lega, Matteo Salvini, tenta di scuotere da un apparente torpore tutti gli altri partner e in particolare FI, che deve fare, perché le compete, il primo passo sulla candidatura presidenziale. Il partito di Berlusconi, al momento, si è limitato ad affidare il delicato incarico di coordinatore regionale al senatore Giuseppe Mangialavori. Il neo coordinatore “azzurro” si è subito messo in moto partendo anche lui da una presa di contatto con la struttura provinciale di Catanzaro, dove sembrano essere in vista non improbabili novità in chiave appunto elezioni regionali. Per cui sarà da capire quali saranno le prossime mosse di FI dopo la “chiamata alle armi” di Salvini con l’invito perentorio a far presto per indicare ai calabresi chi sarà il candidato alla presidenza.

Banner

Intanto mercoledì prossimo il commissario regionale, Giacomo Francesco Saccomanno, incontrerà Matteo Salvini per la stesura di un cronoprogramma per muovere rapidamente tutto il Movimento leghista sul territorio calabrese per la sfida sia con il centrosinistra, sia con la coalizione De Magistris-Tansi, che, congiuntamente a FI e FdI, deve essere affrontata.

Banner

 Anche il Pd tenta di ricompattarsi, uniformandosi alle linee-guida, indicate dal neo segretario nazionale, Enrico Letta, e, nel contempo, di assumere il comando anche per un rilancio di tutto il centrosinistra. Un progetto riorganizzativo che dovrebbe coinvolgere anche il Partito calabrese, dove le tensioni non mancano. E proprio dal Capoluogo di regione, tempestivamente, su iniziativa dell’onorevole Antonio Viscomi, è stato avviato un primo tavolo di discussione coinvolgendo esponenti non solo del Partito, ma anche della sinistra di area dem.  Una operazione finalizzata a chiarire anche alcuni aspetti e ruoli dei circoli, in quanto la Calabria è chiamata ad un test elettorale impegnativo per il suo futuro, dovendosi procedere al rinnovo del Consiglio regionale. Ed è sempre aperto e motivo di discussione sull’ingresso nella colazione di 5Stelle. Argomento sul quale, comunque, in Calabria vi sono significative diversificazioni fra le due parti.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner