Regionali. I giovani di “Cambiamo”: “La vera sorpresa sarà “Coraggio Italia”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Regionali. I giovani di “Cambiamo”: “La vera sorpresa sarà “Coraggio Italia”
Una persona al voto
  11 agosto 2021 08:50

«”Coraggio Italia” sarà determinante per la costruzione di un nuovo centrodestra, da questo obiettivo con la visione lungimirante di Giovanni Toti si è pensato bene di fondare un partito che potesse rappresentare sempre meglio quella fetta sempre crescente di italiani che non si rivedono nella politica degli ultimi decenni».

Lo afferma Giovanni Carè, coordinatore regionale giovanile “Cambiamo la Calabria”.

Banner

Carè aggiunge: «In Calabria il partito gode di un sempre crescente movimento giovanile e di tanti amministratori e politici d’esperienza, frutto del buon lavoro di questi mesi da parte di tutti i vertici regionali e provinciali del partito e della costante vicinanza del Senatore Gaetano Quagliariello.

Banner

Tutti insieme sono pronti ( e siamo pronti) a contribuire con candidati validi e proposte altrettanto valide alla vittoria del centrodestra; non sarà solamente la vittoria di un determinato schieramento politico bensì la vittoria dei calabresi, i quali dopo anni di malgoverno necessitano di una politica che si assuma le proprie responsabilità, capace di formulare un piano di investimenti, visti i fondi in arrivo, degno dell’importanza che ha questa regione per il rilancio di tutto il sud Italia».

Banner

In scia a Carè anche Matteo Canino e Francesco Catania, rispettivamente coordinatori provinciali  giovanili di Catanzaro  e Vibo Valentia.

«”Coraggio Italia” -  afferma Canino  - è una vera e propria novità, infatti vede i giovani al centro del proprio progetto politico ed è per questo che per noi, è di vitale importanza varare proposte concrete per gli studenti affinché quest’ultimi una volta terminati gli studi possano realizzare i propri progetti lavorativi in Calabria, bisogna dunque per Canino, porre fine alla fuga di cervelli che caratterizza la Calabria ormai da troppo tempo».

Dal canto suo Catania, invece, parla di «partito moderato, alternativo, innovativo e liberale rivolto a tutte quelle persone che si rivedono in questi ideali e che credono nella buona amministrazione fondata sulla competenza.

Eravamo già convinti del progetto “Cambiamo” da cui siamo partiti, successivamente la credibilità del nostro progetto ha attirato l’interesse di tanti cittadini ma anche di tanti uomini e donne delle istituzioni come Luigi Brugnaro. È nata così la necessità di creare un partito più ampio che potesse rappresentare al meglio la voglia di cambiamento.

In “Coraggio Italia” vediamo la possibilità di portare avanti le nostre battaglie con più decisione, con più voglia e con più entusiasmo grazie soprattutto alla presenza di tantissimi giovani ma anche di politici d’esperienza».

Dai giovani alle giovani.

«”Coraggio Italia” – sottolinea Cetty Scarcella, vicecoordinatrice nazionale giovani -   è un nuovo progetto che scatta la fotografia di un futuro a colori.

I colori del simbolo sono caratterizzanti e sicuramente tracciano una linea marcata del ruolo che ricoprirà il gentil sesso all'interno del partito.

È questo il momento di cambiare quella forma mentis chiusa e limitata per dare spazio alle pari opportunità, guardando all'innovazione e ai giovani con particolare riguardo alle donne. Quelle intraprendenti, creative, rivoluzionarie, diplomatiche, abili e coraggiose.

Il futuro si tinge di fucsia e parte da noi, dal coraggio di crederci».

Secondo la giovane attivista del movimento  Rita Profiti, inoltre, «il progetto rappresenta finalmente un’alternativa politica contraddistinta dall’impegno di cambiare le sorti del nostro territorio da parte dei giovani che vogliono essere i protagonisti di una vera e propria rinascita della Calabria».

Conclude Chiara D’Elia, altra giovane “quota rosa”: «Il movimento  può  essere per la Calabria e per tutti i suoi cittadini  un punto di inizio  per lo sviluppo  e il rinnovamento.

Tutti i giovani faranno squadra per rivalutare  il  nostro territorio  condotto alla deriva negli  ultimi  anni. Sono sicura che uniti riusciremo  a dare vita ad  una proposta  innovativa e coinvolgente  per tutti i calabresi».

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner