Regionali. Jasmine Cristallo: “Scelta di Oliverio è ennesima sconfitta del commissario Graziano”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Regionali. Jasmine Cristallo: “Scelta di Oliverio è ennesima sconfitta del commissario Graziano”
Jasmine Cristallo
  17 agosto 2021 17:22

di JASMINE CRISTALLO

"Le scelte persistentemente scellerate e dunque politicamente fallimentari della dirigenza PD hanno determinato un'altra gravissima lacerazione e profonda contraddizione nel campo del centrosinistra.  
L’annunciata intenzione di Mario Oliverio di scendere in campo in prima persona da candidato a presidente della Regione Calabria (al di là delle valutazioni politiche passate presenti e future) è l’ennesima dimostrazione dell’incapacità del commissario PD Graziano e del dirigente nazionale Boccia di portare a sintesi una richiesta di forte innovazione e di generosa azione inclusiva attraverso un percorso ampio e partecipato.

Banner

Ciò non solo non è stato perseguito, ma addirittura negato. Lo stesso difficile confronto con De Magistris è stato condotto su un terreno che ha favorito,  di fatto, l’ostinato arroccamento di quest’ultimo anziché sollecitare contraddizioni all’interno della sua aggregazione. Tutto ciò ha generato una sequela di danni incalcolabili per le forze progressiste e democratiche e di sinistra di questa regione, condannandole a una condizione di marginalità destinata a diventare  permanente. 

Banner

Le ulteriori lacerazioni e contraddizioni in seno al popolo della sinistra che questo quadro determinerà scaveranno solchi profondi e crisi non facilmente risolvibili compromettendo l’esito della battaglia politica che, da qui ad un anno, si avrà per il rinnovo del Parlamento. 

Banner

C’è bisogno, ora e senza più tentennamenti, che il centrosinistra si fermi e parli a tutti. Ci sono ancora i margini per una diversa proposta politica capace di tenere insieme questo campo. C’è ancora tempo (poco, ma c’è ) per ricomporre questa drammatica frattura che consegnerà la Calabria ad Occhiuto e Spirlì. 

I tre protagonisti facciano ricorso alle proprie storie ed al proprio vissuto etico e politico e facciano in modo che, senza la mortificazione di nessuno e valorizzando gli intenti ed i progetti che dietro a ciascuno di loro si sono andati in questi mesi determinando, si possa giungere ad una proposta autorevole, ma unitaria. 
Io credo, oggi ancora di più, che nulla è completamente perduto e che sia ancora possibile individuare una figura nuova, del tutto diversa dagli attuali protagonisti e dalle ipotesi di candidatura prese in considerazione in precedenza. La Calabria merita un’opportunità". 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner