Regionali. Letta (PD) a Lamezia Terme: "Abbiamo le liste migliori, ci attaccano perché hanno capito che saremo il primo partito"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Regionali. Letta (PD) a Lamezia Terme: "Abbiamo le liste migliori, ci attaccano perché hanno capito che saremo il primo partito"

  19 settembre 2021 11:17

È  partito da Lamezia Terme il tour calabrese del segretario del PD Enrico Letta che questa mattina è stato a Lamezia Terme per sostenere la candidatura di Amalia Bruni a Governatore della Calabria nelle prossime elezioni del 3 e 4 ottobre.




Banner

"Credo che Salvini sia l'ultimo che può parlare di sanità e di Calabria vista l'esperienza fallimentare del Governatore Spirlì. La necessità oggi è quella di voltare pagina ed Amalia Bruni è la certezza per la fine del Commissariamento e per il cambiamento sul tema sella sanità" ha detto il segretario del PD, Enrico Letta. 

Banner

"Con Amalia Bruni termina il turismo sanitario perché è impossibile continuare così. Noi siamo per un cambio radicale, questo è un confronto a due tra Spirlì- Occhiuto ed Amalia Bruni" ha aggiunto Letta sottolineando che un voto non dato alla Bruni risulterà un voto a favore del centrodestra.

Banner

"Quando i sondaggi danno il 30/40% di indecisi, l'attendibilità è limitata. In Calabria e nelle altre città italiane la tendenza è quella della crescita del Partito Democratico, questo ci porterà a vincere le elezioni. È il segno di una consapevolezza degli elettori che la destra si sta sganciando.  Noi dobbiamo convincere il 40% di indecisi. Amalia Bruni come Filippo Tortu alle Olimpiadi. L'inglese Spirlì perderà" ha sottolineato il segretario del PD.

"Nella destra non possono dare esempi, va fatto sforzo univoco sulla legalità e sulla sicurezza. Amalia Bruni dà sicurezza da questo punto di vista" ha ribadito Letta. "La candidatura di Amalia Bruni ha dato un senso di rinascita ed orgoglio. Il PD sarà il primo partito, noi puntiamo a vincere. Dopo queste elezioni regionali vogliamo fare della Calabria un punto di partenza facendo del PD un grande partito del Mezzogiorno.  Vogliano riprendere la centralità al sud con i temi della sanità,  della legalità e della sicurezza"  ha aggiunto il segretario.

"Siamo al Governo per fare le cose che servono agli italiani ed uscire dalla pandemia. Draghi sta facendo questo non ascoltando Salvini che è irrilevante sulle scelte del Governo. Questo è il motivo per cui le cose vanno bene. Sul Greenpass le scelte sono giuste,  noi sosteniamo Draghi, Salvini e Meloni no. Dalla Meloni è comprensibile perché sta all'opposizione, da Salvini no perché è al Governo.  Menomale che la maggioranza della Lega ha deciso di non seguire Salvini, il Pd è il partito della responsabilità".

"Non ci sono problemi nelle liste del PD:  gli altri partiti ci attaccano perché hanno capito che saremo il primo partito".
"Il tema del lavoro è fondamentale,  noi stiamo lavorando per spingere il Governo ad andare avanti per evitare che le multinazionali abbiano atteggiamenti predatori nei confronti del territorio" ha aggiunto Letta. 

Da Lamezia Terme Enrico Letta attacca nuovamente Salvini definendolo fuori dal Governo. "Qualunque voto che si disperde porta Spirlì a vice Governatore e tutto ciò che non supporta Amalia e avvantaggia la destra. Il voto per Amalia Bruni è il voto per sconfiggere la destra. Il 4 ottobre guarderò il risultato della Calabria. Parliamo con le persone e non diamo per scontato nulla. La gente cambia voto improvvisamente, non fermatevi e cercate di ragionare con le persone  Se presentiamo Amalia Bruni sono straconvinto che vinceremo" ha concluso Enrico Letta che sarà a Cosenza e nel pomeriggio a Catanzaro Lido.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner