Regionali. Macchina del Pd ferma ai box. Laburisti dem a confronto con De Magistris. Maria Teresa D'Agostino si autosospende

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Regionali. Macchina del Pd ferma ai box. Laburisti dem a confronto con De Magistris. Maria Teresa D'Agostino si autosospende

  07 luglio 2021 01:22

di ENZO COSENTINO

Il Pd calabrese ancora ai box. “Ingegneri”, “meccanici”, al lavoro, ma la macchina non va in moto. Qualcosa di grave blocca l’operazione più importante: il Pd non ha ancora trovato la “prima guida” per il G.P. elettorale di Calabria. Diventa sempre più problematico trovare il candidato alla presidenza. E diventano preoccupanti nel Pd i segnali forti e chiari del dissenso che arrivano dalle diverse componenti interne del Partito nei confronti del gruppo dirigente che gestisce questa delicata fase. E non è esente dalle critiche l’operato anche dei vertici romani del Nazareno.

Banner

La lentezza operativa è legata al timore di commettere altri errori di valutazione. Chicchi pesanti di “grandine” in forma di autosospensioni piovano sul Pd calabrese.  Il commissario regionale e il responsabile nazionale per gli Enti locali, Francesco Boccia, non avrebbero gradito che una componente del partito, quella dei Laburisti democratici che fa capo a Cesare Damiano e in Calabria al catanzarese Sandro Benincasa, abbia organizzato nel Capoluogo un incontro con uno dei candidati presidente, Luigi De Magistris, considerato avversario temibile. Incontro basato - si racconta - su temi programmatici, ma finalizzato anche a spingere l’ex sindaco di Napoli a trovare eventuali punti d’incontro con tutto il centrosinistra.

Banner

Sandro Benincasa, Rosario Mercurio, Massimo Belpanno, Antonio Viscomi, Rita Mercurio  e Maria Teresa D’Agostino (i componenti della delegazione presenti all’incontro) hanno dialogato e discusso con de Magistris sui temi più cogenti della Calabria e dell’impegno che i Labdem di Calabria stanno profondendo per un reale cambiamento di passo del Pd. Giovedì prossimo altro incontro dei Laburisti Democratici con altri soggetti espressione civica per tirare un bilancio della situazione. E dai Laburisti dem un'altra autosospensione dal Partito: quella di Maria Teresa D’Agostino, dal  coordinamento regionale del Pd. Lei del resto, riveste nel Pd importanti incarichi quali componente la Direzione, referente del movimento donne dei Labdem, presidente del Circolo di Catanzaro “Lauria”. Coordinamento, tra l'altro, che non è stato mai convocato da Graziano e dalla Conferenza regionale PD delle donne.

Banner

Alla base della sofferta decisione quella nei confronti di come il Partito sia a livello nazionale, sia soprattutto a livello regionale  sta gestendo il caso Calabria.

E da Roma arrivano notizie secondo cui Enrico Letta intende anticipare la sua venuta in Calabria. Da solo o con l’alleato 5Stelle. Un alleato che però non piace a tanti dem e dall’altra parte a tanti pentastellati.  E questa non è un'altra storia!

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner