Rems di Girifalco. L'Asp delibera i fondi per l’acquisto degli arredi per la struttura e i servizi sanitari connessi

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Rems di Girifalco. L'Asp delibera i fondi per l’acquisto degli arredi per la struttura e i servizi sanitari connessi
La Rems di Girifalco vista dall'alto

E’ il Comitato Emergenza Sanità a darne notizia: “Un altro tassello, ora manca solo la definizione delle procedure concorsuali ed il progetto potrà decollare”

  29 aprile 2021 15:34

di MASSIMO PINNA

Con determina dirigenziale n. 2172 del 29/04/2021, a firma dell’ingegnere Maurizio Benvenuto, fresco di nomina quale direttore dell’unità operativa gestione tecnico patrimoniale dell’Asp, è stato disposto l’impegno di spesa per l’acquisto degli arredi per la residenza regionale e per i connessi servizi di diagnostica.

Banner

181 mila, e 526 euro, la somma stanziata.

Banner

Il tutto si inquadra nella previsione complessiva iniziale di uno stanziamento di 6,2 milioni di euro, di cui 5,8 milioni e 90 mila euro a carico dello Stato. I restanti 310 mila euro la partecipazione al finanziamento della Regione Calabria. Il tutto secondo il decreto n. 211 del 22/11/2011 del ministero della Salute congiuntamente al ministero di Grazia e Giustizia, per il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari.

Banner

“Qualcosa, molto, si muove, anche se qualcuno, fino ad oggi, metteva in discussione il progetto, asserendo che non ci fossero i fondi, specie per gli arredi. Bene, oggi, dati alla mano, si dovrà ricredere. Ringraziamo – continuano dal Comitato – l’ingegnere Benvenuto per l’impegno e la serietà, la commissione prefettizia con la dottoressa Latella, Musolino e Gullì, il dirigente regionale Luciano Lucania e il senatore Franco Corleone”.

Insomma, “purtroppo, come noto, ci sono stati dei rallentamenti, dovuti a problemi tecnici, ma adesso ci siamo”.

E, con soddisfazione, dal Comitato, comunicano ufficialmente, ed in anteprima, una novità, invero un’ottima notizia, ovvero la previsione di fondi Cipe per la “trasformazione dei locali che qui ospitavano la falegnameria in alloggio per i familiari dei detenuti che qui verranno in visita”.

Ancora una volta, “insistiamo dunque, sull’ultimo, virtuoso tassello: concorsi pubblici per l’assunzione delle 62 figure professionali che saranno reclutati per l’intero progetto”.

“L’impegno -manco a dirlo - del Comitato Emergenza Sanità si conferma e procederà nei prossimi mesi con un impegno sempre maggiore, vigili e attenti alla risoluzione globale della vertenza”

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner