Riccio punge l'Anas: "I lavori della rotatoria di Giovino dovevano finire il 23 agosto"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Riccio punge l'Anas: "I lavori della rotatoria di Giovino dovevano finire il 23 agosto"
Eugenio Riccio
  03 settembre 2019 14:20

" Agosto è passato, settembre è arrivato. L’estate sta finendo, o meglio è finita, e un anno se ne va".  Esordisce così la nota stampa di Eugenio Riccio. "Nel frattempo abbiamo lasciato una bottiglia di un ottimo spumante italiano in frigo. Eravamo pronti a stapparla il 23 agosto scorso, ma abbiamo dovuto rimandare. In tale data, infatti, secondo quanto ci era stato comunicato dall’Anas con apposita missiva firmata dall’Ing. Marco Moladoni, - spiega Riccio - sarebbero dovuti terminare i lavori dell’ormai celebre rotatoria di Giovino. Dopo diverse conferenze stampa, tagli del nastro, annunci sensazionali, siamo ancora qua (eh già! direbbe Vasco Rossi) in attesa di stappare la bottiglia e di brindare ad un opera leggendaria".

Una situazione che sembra, per Eugenio Riccio "una specie di tela di Penelope, giusto per intendersi. Perché se è vero che la rotatoria sta prendendo forma, è pur vero che non vi è traccia della complanare che doveva essere realizzata per la messa in sicurezza del tratto di strada adiacente all’opera stessa. Ci spieghiamo meglio: la complanare avrebbe dovuto essere realizzata per permettere all’utenza che doveva recarsi presso le abitazioni ubicate su viale Crotone, all’altezza dello svincolo, di poter tranquillamente immettersi nella traversa laterale senza intralciare il traffico veicolare in transito sulla S.S. 106. E’ chiaro, quindi, - conclude - che ancora l’opera, pur se in stato avanzato, risulta ancora monca di un pezzo importante. Per tale motivazioni abbiamo deciso di lasciare lo spumante in frigo sperando che Penelope decida di concludere la tela a regola d’arte. Ci auguriamo, quantomeno, che invece dell’ormai passato 23 agosto, si possa brindare il 23 settembre. Attendiamo fiduciosi".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner