Rifiuti. L'Ato di Catanzaro contro la Regione: "Vuole gestire la discarica di Lamezia. Chiederemo i danni ambientali"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Rifiuti. L'Ato di Catanzaro contro la Regione: "Vuole gestire la discarica di Lamezia. Chiederemo i danni ambientali"
Lamezia Terme, la discarica di località Stretto

Due iniziative legali dell'Ambito territoriale ottimale del Catanzarese

  20 aprile 2021 16:05

Una nuova iniziativa di protesta è stata promossa dall’Ato di Catanzaro. L’assemblea dei sindaci dell’Ambito, che si è riunita nella mattinata di martedì 20 aprile nella sala consiliare della Provincia di Catanzaro, ha infatti approvato all’unanimità di impugnare il dispositivo con cui la Regione ha sostanzialmente avocato a sé l’utilizzo della discarica di Lamezia. Contestualmente, è stato anche varato l’avvio della procedura di promozione di una causa legale, sempre nei confronti della Regione, per il danno ambientale provocato al territorio della fascia centrale della Calabria, negli ultimi 20 anni di mancata attuazione, di un piano regionale dei rifiuti comprensivo di nuove discariche che rendessero sufficiente, così come avvenuto nel solo Ato di Catanzaro, gli altri territori. Un danno - è stato sottolineato - anche più grave se si considera che proprio la Regione avrebbe potuto comunque andare avanti attivando il commissariamento dei territori inadempienti.

Queste due decisioni hanno affiancato il varo della delibera che prevede, in carico all’Ato, la gestione transitoria degli impianti dello stesso Ambito.

Banner

Semaforo verde, inoltre, alla perizia dei lavori di riefficientamento funzionale dell’impianto di Lamezia.  Gli interventi, che partiranno a breve, sono connessi al servizio di gestione della struttura.

Banner

Nel corso dell’assemblea sono intervenuti il sindaco di Catanzaro e presidente dell’Ato Sergio Abramo e i primi cittadini di Marcellinara, Soveria Simeri, Sellia, Gimigliano, Sersale, Amato, Chiaravalle (assessore), Curinga.

Banner

È stata ritirata, per motivi tecnici, la presa d'atto dello Statuto per la costituzione del Consorzio, che verrà comunque discussa nella prossima assemblea.

Alla riunione hanno partecipato i sindaci, o i loro delegati, o i commissari dei Comuni di Amaroni, Amato, Borgia, Catanzaro, Centrache, Chiaravalle, Curinga, Gimigliano, Girifalco, Lamezia, Magisano, Marcellinara, Montauro, Montepaone, Pentone, Satriano, Sellia, Sellia marina, Sersale, Settingiano, Sorbo San Basile, Soverato, Soveria Simeri, Torre di Ruggiero.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner