Riflessione di Natale Viscomi: "La politica è la forza della politica nella fede di Dio"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Riflessione di Natale Viscomi: "La politica è la forza della politica nella fede di Dio"
Natale Viscomi
  08 giugno 2021 00:33

di NATALE VISCOMI

Non sono capace di distinguere destra e sinistra, la mano destra dalla mano sinistra, dovunque c’è violenza a una patria potestà che non è amore non si possono servire due padroni l’idea e l’ideologia di chi fa il male. Il compimento di una democrazia è quello di amare, come quello che ha detto: vi chiamo amici perché i servi non sanno cosa fanno i loro padroni. Ma l’amore è democrazia d’amare tutti o di caritate un potere da vivere d’amore e di carità.

Banner

A tutti quelli che hanno scelto di amare Gesù: hanno il compito di essere garanti di questo Amore come principio di benevolenza eterna al Cuore di Cristo, chi serve Dio e la politica ha Satana tra i piedi, potere e amore hanno un potere, quello temporale finire. Il potere di amare è eterno nel cuore di chi ci dona la vita l’amore e il cuore: Cristo Crocifisso annienta ogni forma di violenza di peccato di amore falso al bene della collettività. I valori sono il cuore che si dona al prossimo, la rappresentanza è la sudditanza al potere di amare per poter concorrere al potere di una vita eterna quella di Dio. Al potere del fuoco infernale del male corruzione e pace contrari per natura, la pace ama il cuore di un amore che sconfina nel cuore dell’altro, la corruzione nel cuore di chi non amiamo, la corruzione: non c’è teologia ai teologi della politica, amore di chi non sa gestire i propri conti e si candida al potere della rappresentanza, servono delle candidature pulite e feconda filiale, Cristo sulla Croce sta guardando il mondo e la Calabria chiunque abbia certezze di una elevazione politica sociale ed economica.

Polvere sei e polvere ritornerai se non sarai onesto al volere del cuore dell’onesta onestà al cuore dei Padri del sudore Abramo Giacobbe Mosè etc. Gesù apre il sipario dell’amore ma chi vive il tempo perde l’eterno perché un anno o 10 sono poche ore di una vita buttata al fuoco del riscaldamento del dolore di chi dovrà patire per l’eternità Pace Amen Carità Piace a Dio dirvi queste cose perché la politica l’ho vista amata, ma non vissuta al compromesso dell’ora della politica stessa. Gesù e le ideologie Marx Lenin etc sono figure umane che hanno incitato alla rivolta del Cuore di Cristo Piace a Dio dirvi queste cose. L’uomo e l’idea, Dio e l’ideologia, la Bibbia e il Vangelo, quale scegliamo? La vita eterna o la vita lasciata a perire nel fuoco della brace di satana? Abbiate paura perché come disse San Giovanni Paolo II in un incontro “verrà un giorno in cui verrà il giudizio di Dio ma non saranno misericordie e pietismi ma dolori e stridori di denti, a chi piace amare fate le cose per il prossimo e non per voi per come vi è stato richiesto dal codice del cuore nella costituzione della democrazia che viviamo, se Dio vince la destra non ama la sinistra, e se ama la sinistra vince la destra. A voi la scelta di amare la politica e non i conti della politica a quanto siano coinvolti i pastori della Chiesa io dico: non si possono servire due o tre padroni.

Banner

L’amore è uno che avete scelto Gesù Cristo Amen Carità. L’augurio è nel distinguo, ma in quella gara di chi riesce ad amare di più il prossimo, la fede, la carità. Dio è il suo avvenire nella Patria Celeste A tutti l’augurio di una dolce vita di Stil Novo nel cuore e nella carità Pace Amen Carità La vita della Chiesa ha già la sua politica quella di amministrare i Sacramenti nel cuore e nella carità dello Spirito Santo ma non di poco, a volte sbagliano carriera, facciamo fare a Gesù per il domani che ci incombe, è sempre un Amico del Cuore e del futuro Amore di Dio, dell’amore che viene e va donato, non nel pensiero ma nel cuore. Oggi amiamo e facciamo amare la Chiesa del cuore, del pentimento, della vita dolorosa da amare e del poco che basta e deve avanzare nel tanto da amare come quel Pane che è stato moltiplicato per la folla. La mensa, il pane, il vino e la vigna da coltivare, lavorare e custodire. Un richiamo forte a dare la vita non ad essere gelosi, Dio da e Dio toglie a chi dispera la vita per la propria vita la perderà e chi la dà la ritroverà nel cuore dell’amore del Dio buono e caro.

A tutti Carità Pace Amen La pace, distinguo nel non concorrere ma per essere sempre migliori nel cuore a chi mi vuole capire parlo dell’imitazione di Cristo, che non è riconoscimento nè volontà, perché è scandalo per una Santità che si deve vedere, non essere vivere nel cuore da donare a Dio senza essere riconosciuti come Gesù davanti a Pilato. Nell’augurio del domani migliore per tutti a vivere la pace di un mondo migliore con Dio. Pace Amen Carità

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner