Riparte la funicolare di Catanzaro, Abramo: "E' un impianto tutto nuovo" (FOTO)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Riparte la funicolare di Catanzaro, Abramo: "E' un impianto tutto nuovo" (FOTO)

  26 agosto 2019 13:31

di GABRIELE RUBINO

Da oggi la funicolare di Catanzaro torna in funzione. Chiusa dall’inizio di ottobre dell’anno scorso per la revisione obbligatoria ventennale, tornerà a viaggiare da Piazza Roma a Sala. Dopo la riapertura del mezzo sarà necessario adeguare l’inventario delle tratte dell’Amc per collegare Piazza Roma con la zona nord della città e rendere di conseguenza più attrattiva la stessa funicolare.

Banner

ABRAMO: “IMPIANTO TOTALMENTE NUOVO. IL COMUNE NON HA SPESO NULLA”- Soddisfatto per l’operazione “straordinaria” il sindaco Sergio Abramo: «È come se ripartisse un nuovo impianto. Abbiamo rifatto tutti gli impianti elettrici e tutte le funi. Un investimento di circa 1,5 milioni di euro che ci è stato dato interamente dalla Regione. Il tempo di percorrenza è stato ridotto di circa il 20% e verrà utilizzata, credo, in maniera abbastanza corposa dai cittadini. Il prezzo sarà molto basso: 1,50 euro tutto il giorno, con il parcheggio tutta la giornata e la navetta gratuita». «Con l’inversione di Corso Mazzini – ha proseguito il sindaco- stiamo provvedendo a fare le nuove tratte dell’Amc, perché dalla funicolare dovranno partire le corse verso lo stadio. Questo impianto vive in autonomia con un finanziamento della Regione Calabria di circa 300 mila euro all’anno. Non ci saranno mai costi a carico del Comune né per la ristrutturazione e né per la gestione. Abbiamo anticipato le gare prima del decreto di impegno di spesa della Regione».  

Banner

LAVORI FINANZIATI DALLA REGIONE, PERO’ FERMI GLI IMPEGNI SUL SISTEMA PARCHEGGI DELLA METROPOLITANA- Come ha ricordato il sindaco, i lavori della revisione della funicolare sono stati coperti dalla Regione. In realtà, queste somme sono solo una piccola parte del più grosso piano dei parcheggi connesso alla metropolitana di superficie (multipiano del Politeama, stazione di Sala, le varie stazioni della metro, parcheggi della Cittadella e il Musofalo, giusto per citarne alcuni). Tuttavia, come conferma Abramo: «È tutto fermo. Stiamo sollecitando continuamente la Regione per procedere con gli impegni di spesa». Ormai è passato più di un anno dalla stipula dell’accordo fra Comune, Provincia e Regione nel consiglio comunale straordinario del giugno 2018 alla presenza di Oliverio. Il ritardo comincia a pesare.

Banner

PRESTO DUE NAVETTE: UNA VERSO LA ZONA NORD E L’ALTRA CONSENTE IL TOUR IN CENTRO- Tornando alla funicolare, i vertici dell’Amc, il dg Marco Correggia e l’amministratore unico Giorgio Margiotta si sono tolti un bel peso dalle spalle. I lavori non sono stati una passeggiata. I tempi non sono stati eccessivamente lunghi (considerando che i lavori più delicati sono stati consegnati a febbraio), anche se qualche annuncio di ultimazione anticipata poteva essere evitata. Al problema posto da lanuovacalabria.it (leggi qui) sul fatto che dopo l’inversione di marcia la funicolare si ritrova “contromano” nel centro storico e quindi potenzialmente penalizzandola, Margiotta risponde: «La funicolare è un gioiello. Il catanzarese vuole particolarmente bene alla funicolare. Indubbiamente il senso di marcia ci potrebbe penalizzare. Ad ogni modo, con la partenza dell’esercizio autunnale stiamo prevedendo l’attivazione di due navette. La prima parte da Piazza Roma per arrivare nella parte nord della città, fino al cimitero e allo stadio. La seconda (avevamo anticipato qui, ndr) va da viale dei Normanni, via Acri per poi sbucare al Cavatore e quindi San Giovanni per attraversare il Corso. Diventerà un fulcro importante, a servizio della cittadinanza».  

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner