Rosario Bressi (Arci Catanzaro): "Se lo sport non è per tutti, lo sport… non è!"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Rosario Bressi (Arci Catanzaro): "Se lo sport non è per tutti, lo sport… non è!"

  12 settembre 2021 14:35

di ROSARIO BRESSI*

Solo quando la pratica sportiva sarà riconosciuta come diritto acquisito e consolidato (purtroppo non bastano nemmeno gli articoli della Costituzione);

Banner

Solo quando lo sport non sarà un vezzo per coloro che se lo possono permettere;

Banner

Solo quando ogni bambino potrà essere messo nelle condizioni di poter praticare attività fisica e sportiva;

Banner

Solo quando gli impianti sportivi, di qualunque caratteristica, saranno mesi a disposizione dei catanzaresi;

Solo quando tutte le associazioni sportive, di qualunque sport, potranno dispiegare la propria passione, quasi sempre volontaria e non profit;

Solo quando l’Amministrazione comunale riuscirà a costituire un fondo per garantire alle famiglie meno abbienti di poter iscrivere i propri figli alla pratica sportiva e all’avviamento allo sport;

Solo quando, la stessa Amministrazione Comunale, saprà prevedere davvero agevolazioni verso tutte le realtà sportive che quotidianamente si prodigano per offrire socialità sportiva;

Solo quando l’Amministrazione Comunale non smantellerà campetti sportivi sostituendoli con pizzette e parcheggi;

Solo quando l’Amministrazione Comunale investirà davvero in impiantistica sportiva su “tutti” i quartieri della città;

Solo quando l’Amministrazione Comunale sarà capace di condividere, con gli Enti Sportivi insistenti sul territorio comunale, una visione di promozione sportiva.

Ebbene, solo allora Catanzaro potrà ambire a diventare Città dello Sport.

Non servono sponsor politici di dubbia affidabilità per rivendicare finto interesse verso lo sport cittadino.

Se lo sport non è per tutti, lo sport… non è!

*ARCI CATANZARO

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner