S. Anna Hospital. Il Tar: 'L'Asp deve decidere se firmare il contratto o meno entro sessanta giorni'

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images S. Anna Hospital. Il Tar: 'L'Asp deve decidere se firmare il contratto o meno entro sessanta giorni'
Sant'Anna hospital di Catanzaro

Accolto il ricorso della clinica contro l'inerzia dell'Asp. Si avvicina la decisione che vale decine di milioni di euro

  02 marzo 2021 12:44

Altra pronuncia favorevole al Sant'Anna Hospital da parte del Tar Calabria. Dopo lo stop all'atto di sospensione delle prestazioni a carico del servizio sanitario ordinato dall'Asp di Catanzaro poco prima di Natale, i giudici amministrativi fissano una deadline temporale per un'altra decisione fondamentale: la sottoscrizione o meno del contratto 2020. Fondamentale perché vale oltre 24 milioni di euro.

È stato accolto il ricorso della clinica, rappresentata dall'avvocato Alfredo Gualtieri, sull'inerzia dell'Asp a decidere sulla firma o meno del contratto per le prestazioni rese l'anno scorso. 

Banner

Il passaggio chiave della sentenza del Tar è il seguente: "Ne consegue che laddove – come nella fattispecie – la struttura sanitariaa accreditata sia stata contemplata nella programmazione delle risorse annuali destinate alla sanità e abbia perciò fatto richiesta di addivenire alla stipula del contratto per la relativa annualità, v’è un obbligo giuridico dell’azienda sanitaria di determinarsi esprimendo e comunicando la definitiva la volontà di stipulare o meno il contratto in questione e, in caso affermativo, invitando la struttura alla sottoscrizione dello stesso".

Banner

" In questa prospettiva -proseguono i giudici-, l’obbligo giuridico di provvedere non ha ad oggetto la conclusione del contratto, esito – questo – cui l’amministrazione non è vincolata, bensì la determinazione, di natura prettamente autoritativa e come tale equiparabile ad un provvedimento, della volontà di addivenire o meno alla sua stipulazione. Del resto come già osservato, tale pretesa è costantemente riconosciuta e tutelata in analoghe situazioni di pendenza, nelle quali l’esito ultimo dell’esercizio del potere è costituito dalla conclusione di un contratto, che ugualmente richiedono una decisione amministrativa di addivenire all’accordo negoziale". In altre parole l'Asp deve decidere e non può rimanere in silenzio.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner