Sacal. Fiorita: "Lo stesso Abramo conferma che Comune e Provincia perderanno peso"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sacal. Fiorita: "Lo stesso Abramo conferma che Comune e Provincia perderanno peso"
Nicola Fiorita
  06 agosto 2021 15:38

"È servito qualche tempo più del necessario, ma alla fine il sindaco Abramo ha risposto. Senza dire nulla di convincente, però. Anzi, confondendo ancor di più le cose. Il riferimento è alla mancata ricapitalizzazione di Sacal da parte del Comune e della Provincia di Catanzaro, scelta interamente di marca abramiana che ha portato i due enti locali del capoluogo di regione a perdere peso in seno al consiglio d’amministrazione dell’azienda che gestisce i tre aeroporti calabresi. Se questa era la strategia di cui parla Abramo nella sua inconsistente risposta, allora l’obiettivo è perfettamente centrato". Così in una nota di Nicola Fiorita.

"Non si comprende, infatti, - prosegue - quale altra potesse essere la strategia evocata dal sindaco dal momento che non esiste neanche un pezzo di carta straccia che confermi il presunto accordo con la Regione Calabria per l’acquisizione delle quote sociali abbandonate da Abramo. Ma anche se tale accordo, comunque verbale, esistesse, non servirebbe certo a rafforzare la posizione più che defilata che Comune e Provincia di Catanzaro ormai hanno assunto per volere di Abramo: al massimo, sarebbe proprio la Regione a vedere rafforzata la sua posizione". 

Banner

"Certamente, quindi, gli interessi dell’area centrale della Calabria resteranno affidati alla Regione che dovrà fare i conti con le giuste richieste degli altri territori in cui ricadono gli aeroporti amministrati da Sacal. Appare chiaro che Abramo già pensi e parli da prossimo assessore regionale, dimostrando per l’ennesima volta di aver voluto utilizzare il Comune per fini politici personali. Già all’epoca della sua fallimentare candidatura alla guida della Regione - conclude - non aveva esitato ad abbandonare la città con anticipo lasciando alle sue spalle soprattutto macerie. E anche quando è stato alla guida di Sorical, anni in cui non ha mosso un dito per risolvere il dramma che a tutt’oggi attanaglia tutta la città capoluogo: la carenza idrica".

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner