San Pietro Magisano. Parte oggi la rassegna culturale “LuceFest”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images San Pietro Magisano. Parte oggi la rassegna culturale “LuceFest”

  26 agosto 2021 09:51

Di CARMINE MUSTARI

Da oggi e per prossimi 4 giorni  il borgo della Presila sarà al centro di una serie di eventi che  sono racchiusi nella Kermesse artistico culturale  della  seconda edizione di "LuceFest".

Dopo un anno di attesa, la piccola ma attiva frazione San Pietro Magisano si propone con un ricco cartellone proposto dall’associazione culturale no-profit “Luce a San Pietro”.

Banner

Quattro giorni, fino a domenica, che arricchiranno il museo a cielo aperto che i ragazzi dell’associazione stanno realizzando. Intanto, dal presi-dente dell’associazione e Direttore Artistico del LuceFest, Carmine Elia, ar-riva anche l’indiscrezione sul nome del museo a cielo aperto che conterrà, a fine rassegna, oltre 90 opere a cielo aperto realizzate da circa 20 artisti in soli 12 mesi. <>.

Banner

Saranno 14 gli artisti che prenderanno parte al festival artistico, suddivisi in 4 categorie. Saranno dipinti e animati 18 lampioni artistici: Opere di Claudio Chiaravalloti, Paola Morpheus e Giuseppe Loria 94tatoo. 12 panchine saranno affidate invece a Domenico Levato, Rosario Vero e Annalisa Gitto sui temi di cantautorato, multiculturalità e connettività. Ancora, saranno 12 le opere con materiale di recupero, per quella che è una categoria che guarda alla volontà di promuovere messaggi ecosostenibili. Luca Granato, Mario Loprete, Daniele Dimauro, Paola Morpheus, Giuseppe Scalise e Pierluigi in arte MindInvader saranno i protagonisti di questa categoria. Infine, ci saran-no tre scorci di impatto con murales e tecniche di recupero che saranno curati da Alessandro Santo Badolato, Marco Ronda in arte Bislak e Zeus Oczb. L’intrattenimento non finisce qua. Ogni giorno si terrà un laboratorio. Si andrà da un’estemporanea di poesia, che vede iscritti circa 10 poeti calabresi ad un laboratorio di fotografia curato dalla fotografa Valentina Procopio. L’associazione Asperitas andrà alle radici della storia millenaria di San Pietro, con un trekking archeologico a Peseca, sopra Albi, dove affonda le sue radici la storia della Madonna della Luce, venerata nell’omonimo San-tuario. L’ultimo giorno ci sarà un laboratorio curato da Slackline Calabria in campagna. Ricchissima l’offerta culturale. Saranno presenti gli scrittori Olimpio Talarico, co-promotore del Premio Caccuri, Mimmo Gangemi, Massimo Fotino e Nicola Fiorita. Presente anche un tavolo sulla multicultu-ralità con Mimmo Lucano ed uno sulla legalità con Vincenzo Capomolla, procuratore aggiunto della Procura della Repubblica di Catanzaro. Si parlerà anche di covid, vaccini ed emergenza con il professor Carlo Torti, direttore dell’Unità Operativa di Malattie Infettive del Policlinico Mater Domini. Nel corso del programma anche intrattenimenti musicali curati da artisti locali, dal collettivo Zero Arte ed un viaggio nella musica etnica curato da Danilo Gatto e Antonio Critelli.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner