Sant’Anna hospital. Firmato (in ritardo) il contratto 2020 con l’Asp di Catanzaro

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sant’Anna hospital. Firmato (in ritardo) il contratto 2020 con l’Asp di Catanzaro

  01 settembre 2021 22:39

“Anche se con estremo ritardo, l’ASP di Catanzaro ha ritenuto doveroso convocarci per la stipula dei contratti 2020”, lo scrive la pagina Facebook del Sant’Anna Hospital a termine di una controversia burocratica durata per mesi e che ha tenuto in bilico la sorte dell’azienda, dei lavoratori e dei pazienti del centro di eccellenza del capoluogo. Ora il Sant’Anna potrà ricevere le somme destinate per il 2020, mentre per il 2021 è stato già firmato in precedenza il contratto con l’Asp.

 

Banner

Un anno fa il Sant’Anna è stato al centro di una vicenda penale denominata “Cuore Matto” della Procura di Catanzaro guidata da Nicola Gratteri.

Banner

 L’accusa è di aver ottenuto rimborsi dal sistema sanitario a fronte di circa presunti mille falsi ricoveri in terapia in tensiva coronarica (Utic), tramite il legale rappresentante, il direttore generale e l’ex direttore sanitario.  Ma i giudici del Riesame ribaltano e sgonfiano il quadro, rideterminando in 3.085.033,26€ la somma sottoposta a sequestro preventivo e disponendo la restituzione a Villa Sant’Anna di 7.479.900,84 euro.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner