Scuola. Le graduatorie dell'Usr non convincono: scatta il ricorso di due docenti

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Scuola. Le graduatorie dell'Usr non convincono: scatta il ricorso di due docenti
Francesco Pitaro, consigliere regionale
  13 settembre 2021 21:45

“Manifesti errori e violazioni di legge commessi dall’USR che danneggiano, ictu oculi, le istanti e ciò in quanto le stesse, per effetto degli errati criteri di formulazione degli elenchi non hanno ricevuto l’assegnazione di un incarico, sebbene in posizione utile migliore ad altri soggetti destinatari di incarichi”. Sono le parole utilizzate dall’avvocato Francesco Pitaro nel ricorso presentato all’Usr Calabria- Ambito territoriale di Catanzaro contro la graduatoria-elenco definitivo nomine per assegnazione incarico a tempo determinato docenti per l’anno scolastico 2021-2022 pubblicato in data 10 settembre 2021 dall’Usr Calabria ambito territoriale di Catanzaro.  

L’avvocato Pitaro si è attivato nell’interesse di due docenti, denunciando una serie di vizi per i quali veniva richiesto l’annullamento e/o la modifica della graduatoria. Quest’ultima avrebbe dovuto seguire alcuni criteri: 1) nominativi presenti nelle GAE sostegno; in caso di esaurimento della stessa:  2) nominativi presenti nelle GPS 1 fascia sostegno; in caso di esaurimento della stessa: 3) nominativi presenti nelle GPS 2 fascia sostegno; in caso di esaurimento della stessa: 4) nominativi presenti nelle GAE incrociate (GAI) e solo nel caso di esaurimento della stessa : 5) GPS 1 e 2 fascia incrociate.

Banner

Così non è avvenuto, "l’ente preposto ha provveduto ad attribuire le supplenze per la copertura dei posti ADSS attingendo, in alcuni casi, alle GPS incrociate prima delle GAE incrociate".
Motivazioni che hanno spinto le due docenti a contattare l’avvocato Pitaro, il quale nell’istanza/ricorso ha anche evidenziato che si tratta di atti illegali ed illegittimi integra condotte penalmente rilevanti e il reato di abuso d’ufficio. Per poi chiedere  entro e non oltre 48 ore dal ricevimento del presente atto la corretta applicazione dei criteri di utilizzo delle graduatorie e che si attinga alle graduatorie secondo il punteggio attribuito nelle stesse e in applicazione delle norme di legge e senza avvantaggiare contra legem soggetti che hanno punteggi inferiori rispetto alle istanti e, inoltre, che entro 48 ore dal ricevimento del presente atto, conseguentemente, alla luce di quanto dedotto, venga assegnato l’incarico alle istanti spettante ex lege.

Banner

 

Banner

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner