Sellia Marina. Inaugurato il serbatoio del Torrino

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sellia Marina. Inaugurato il serbatoio del Torrino

Il problema idrico sarà sempre più grave. L'appello del settore al Governo: "Basta false politiche ambientali e basta ai favoritismi alle multinazionali"

  17 settembre 2021 19:46

di CARMEN MIRARCHI

Questa mattina a Sellia Marina è stato presentato il completamento della messa in sicurezza del 'Torrino Piezimetrico'. Un'iniziativa promossa dal Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese. All'incontro hanno partecipato, tra gli altri, anche: Fabio Borrello, Presidente del Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese, Rocco Leonetti, Presidente Anbi Calabria, Massimo Gargano, Direttore generale Anbi, Francesco Battistoni, sottosegretario al Ministero delle politiche agricole. 

Banner

Banner


Durante l'incontro è stato sottolineato come la risorsa acqua potrebbe ulteriormente scarseggiare con il tempo. A tal proposito il sottosegretario Battistoni ha sottolineato come si stia cercando di operare in tal senso: "Stanno facendo un grande lavoro in tutta Italia per l'innovazione tecnologica ed il risparmio idrico. I Consorzi di bonifica hanno una funzione fondamentale per la società. L'agricoltura è fondamentale e si è compreso nel periodo Covid , ci saranno fondi ed investimenti soprattutto per il biologico" ha detto il sottosegretario, "Dobbiamo pensare alle intemperie e agli attacchi della fauna selvatica per tutelare l'agricoltura. Abbiamo i cinghiali nelle città e dobbiamo trovare una soluzione " ha concluso il sottosegretario. 

Banner


"Senza il Torrino non potremmo irrigare 3mila ettari di territorio con quelle che sono le ricadute sociali e politiche sul territorio fatte di tante aziende agricole. Sappiamo bene l'importanza dell'irrigazione anche in termini occupazionali. Cosi l'agricoltura può essere competitiva,  è stato investimento con il sostegno del Ministero delle politiche agricole complessivamente, considerando altri progetti, per 27 milioni di euro. Diversi i progetti in atto intercettando diverse risorse pubbliche " ha detto Borrello, Presidente del Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese.  "Le aziende servite da questa opera vanno da Belcastro a Germaneto e senza questa operazione non potremmo dare acqua" ha concluso il Presidente.


Il direttore generale Anbi, Massimo Gargano, ha voluto sottolineare l'importanza di questa messa in sicurezza che risulta essere un segnale positivo per una regione che a suo avviso necessita di una vera politica ambientale.
"Una classe dirigente, quella dei Consorzi di  Bonifica, che si imponga in maniera forte per essere protagonista nello spendere la mole di risorse che arriverà in Calabria.  Chiediamo alla Regione una vera alleanza non per la retorica ambientale ma sul fare. Abbiamo avuto ritardi e problemi con il Governo regionale ma ora ognuno reciti il suo ruolo" ha detto Gargano che ha ricevuto in omaggio la maglia della squadra del Catanzaro da parte del presidente della Coldiretti Calabria Aceto.


"Oggi dopo 40 anni si riesce a dare l'opera funzionale a beneficio delle aziende agricole. Coldiretti da anno ha capito l'importanza dell'acqua per il settore agricolo ed è scesa in campo per i propri associati. Grazie al lavoro dei dirigenti mitighiamo il problema dell'acqua che fa la differenza nei bilanci delle aziende. Non possiamo tollerare la gestione a favore delle multinazionali, ciò che compete ai Consorzi è ciò che stiano facendo e le inaugurazione delle opere cone queste sono la dimostrazione. Dobbiamo fare che la risorsa idrica non venga scippata ai calabresi" ha concluso Franco Aceto.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner