Sequestro depuratore consortile. Il vicesindaco di Soverato: "Non è gestito dal Comune"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sequestro depuratore consortile. Il vicesindaco di Soverato: "Non è gestito dal Comune"

  10 agosto 2021 16:54

"E' doveroso ed indispensabile precisare che non si tratta del depuratore del Comune di Soverato sito in località Corvo bensì del depuratore che serve altri Comuni il cui capofila è il Comune di Montepaone e che non riguarda quindi la gestione del Comune di Soverato. Il 99% delle utenze esistenti nel Comune di Soverato sono collettati al Depuratore Consortile situato in Loc. Corvo, funzionante e che monitoriamo quotidianamente. L'episodio già di per se grave per la tutela dell'ambiente e del nostro patrimonio naturalistico, va condannato e punito se ricorrono i presupposti nelle opportune sedi. Di contro però questa informazione imprecisa e forviante, lasciando intendere che il depuratore sia gestito dal Comune di Soverato, trova forse altre motivazioni che, a dire dello scrivente è quello di infangare il nome della Città di Soverato, che ormai da qualche tempo è diventata una delle mete più ambite". Lo afferma il vicesindaco di Soverato Daniela Vacca.

Precisazione che, per quanto riguarda La Nuova Calabria (LEGGI QUI), lascia il tempo che trova visto che si è dato conto di come si trattasse del depuratore consortile con il comune di Montepaone capofila, senza alcuna menzione sulla gestione del comune di Soverato. Per tranquillità del vicesindaco pubblichiamo la precisazione.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner