Serie BKT, Ternana e Catanzaro in campo alle 15: le probabili formazioni

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Serie BKT, Ternana e Catanzaro in campo alle 15: le probabili formazioni
Pontisso esulta dopo il gol realizzato col Venezia e nel pezzo Roberto Breda
  05 maggio 2024 11:41

di ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

SERIE BKT / TRENTASETTESIMA GIORNATA

Banner

PROBABILI FORMAZIONI

Banner

TERNANA 1925 (4-3-1-2): Vitali; Casasola, Sørensen, Dalle Mura, Carboni; Luperini, Amatucci, De Boer; Pereiro; Raimondo, Distefano. All.: Breda.

Banner

US CATANZARO 1929 (4-4-2): Fulignati; Situm, Antonini, Scognamillo, Veroli; Oliveri, Pontisso, Petriccione, Vandeputte; Iemmello, Biasci. All.: Vivarini

ARBITRO dell'incontro: FOURNEAU; assistenti: PALERMO – CIPRIANI; quarto ufficiale: CANCI; Var: MAGGIONI; Avar: PAGNOTTA

NOTE: parzialmente nuvoloso, circa 24 gradi; terreno in erba naturale;

SPETTATORI:

AMMONITI; ESPULSI; CORNER;

Stadio comunale "Libero Liberati" di Terni. Trentasettesima giornata

Fischio d’inizio: ore 15.00

TERNANA

Trentasettesima gara di campionato per la Ternana di Roberto Breda reduce da un'altra sconfitta a Bolzano con il Südtirol.

Gli umbri lottano per la salvezza che in questo momento passerebbe per i play-out con l'Ascoli e la sfida odierna sa un pò di ultima spiaggia.

Le Fere dopo 36 giornate hanno totalizzato 37 punti (in condominio con Ascoli e Bari) e sono diciassettesime in classifica per effetto di 9 vittorie, 10 pareggi e 17 sconfitte (41 gol fatti 50 subiti).

La Ternana, stavolta, può cambiare modulo. Anche lo stesso allenatore, Roberto Breda, ha fatto capire che la difesa a quattro può essere una soluzione.

4-3-1-2 la scelta probabile, con un difensore in meno, ma con Pereiro a sostegno di due attaccanti.

Giocando a quattro, Sørensen sarebbe favorito su Lucchesi, con Dalle Mura al suo fianco.

Nessuna variazione nei tre del mezzo che sarebbero gli stessi di Bolzano, mentre in attacco Raimondo è favorito su Dionisi per affiancare Distefano.

Tante, le assenze alle quali dover far fronte, al punto tale che la variazione del sistema di gioco potrebbe essere una soluzione dettata anche dalla necessità.

Boloca non c’è perché è squalificato. Non ci sono nemmeno gli infortunati Sgarbi, Iannarilli, Capuano, Favilli, Pyyhtiä, Marginean, N’Guessan e Zuberek. (fonte: calciofere.it)

Ecco alcune dichiarazioni del tecnico della Ternana Roberto Breda alla vigilia della gara:

Punto della situazione...

"Dobbiamo concentrarci solo sulla partita. Al momento sono tutte ipotesi sapendo che nel calcio quello che è scontato non è detto che venga fuori. Faccio un esempio: abbiamo beccato il Lecco che veniva da 7 sconfitte e abbiamo pareggiato, il Cittadella veniva da 7 vittorie poi è andato in crisi. Nonostante il grande rammarico che abbiamo dobbiamo concentrarci su tutto quello che abbiamo. Le energie mentali devono essere focalizzate tutte sul campo".

Recuperi?

"No perdiamo Boloca".

Quella di domani partita della svolta in un senso o nell'altro

"Non è semplice la gara di domani. L'avversario è la rivelazione del campionato. Hanno valorizzato un gruppo di ragazzi che viene dalla C. C'è un grande lavoro dell'allenatore. Concentriamoci su questo e basta. Mi ricordo che ero seduto nello spogliatoio prima di Cremona ed ho visto che se avessi perso saremmo potuti essere ultimi. Gli scenari finali sono tanti ma sarà decisivo quello che faremo noi".

L'uomo Breda ci crede ancora? Come mai in silenzio nel post partita?

"Quando prendo un incarico è perché ci credo. Nell'ultimo periodo ci sono stati infortuni anomali, vedi tendine d'Achille e altri. Quindi abbiamo sempre cercato di trovare soluzioni. L'uomo Breda sperava in qualcosa di diverso. Allo stesso tempo continuo ad essere impegnato nel trovare nuove soluzioni. Sono fatalista. A tante situazioni come gruppo abbiamo creato belle alternative anche impensate. Siamo ancora là in corsa. Potevamo uscire prima? Potevamo essere già spacciati? Fanno parte delle alternative "poteva ma non è successo". Siamo tutti dispiaciuti per il tipo di prestazione fatta a Bolzano e per il risultato. Ai ragazzi si può recriminare poco. In passato abbiamo fatto partite importanti con Palermo e Reggiana dove nessuno pensava potessimo vincere. Il silenzio nel post partita? Avevamo l'aeroplano presto tutto qui".

Che impostazione dare alla gara?

"E' il grande dilemma di questi giorni. Giocare offensivi l'ho preso in considerazione. Da oggi a domani molte riflessioni restano aperte. Abbiamo lavorato su diverse situazioni. Zero alibi e si pensa a lavorare. Nell'impostazione della gara dobbiamo capire che partita fare. Loro sono bravi nelle ripartenze. Se tu vai fuori partita dopo mezzora non è il massimo. E' importante creare diverse possibilità. Tra oggi e domani speriamo id scegliere quelle giuste".

Catanzaro gioca 4-4-2...

"Hanno tante rotazioni. Difendono 4-4-2 poi quando attaccano prendono altre strade. E' una squadra che gioca insieme da tre anni e oltre al grande lavoro fatto dall'allenatore c'è grande dimestichezza nel gestire le situazioni". (fonte: ternananews.it).

CATANZARO

Trentasettesima gara di campionato per le Aquile di Vincenzo Vivarini reduci da una vittoria incredibile al Ceravolo con il forte Venezia.

Altra prestazione di alto livello per i giallorossi che si confermano quinte in classifica e provano ad aggredire la quarta posizione ricoperta dalla Cremonese.

Il Catanzaro dopo 36 giornate di campionato ha totalizzato 60 punti ed è quinto in classifica grazie a 17 vittorie9 pareggi e 10 sconfitte (58 gol fatti e 46 subiti).

Sfida molto delicata quella di oggi pomeriggio a Terni contro una squadra che lotta per la salvezza.

Assenti per grave infortunio D'Andrea e Ghion, a cui si aggiunge anche Ambrosino (reduce da un brutto colpo alla schiena che gli ha causato un versamento al bicipite femorale), non convocato Brighenti per acciacchi e squalificato Sounas.

Per quanto riguarda il pacchetto difensivo, Antonini e Scognamillo faranno coppia centrale, mentre nel ruolo di braccetto sinistro giocherà Veroli. A destra torna Situm al posto di Oliveri nel ruolo di terzino fluidificante.

In cabina di regia, Petriccione affiancato da Pontisso (in vantaggio su Verna Pompetti), autore di un'altra grande prova, mentre sulle fasce giocheranno Oliveri, a destra e Vandeputte a sinistra.

In avanti, i titolari saranno iemmello Biasci al posto di Ambrosino infortunato e di Donnarumma pronto per la ripresa.

Sugli spalti circa 6mila spettatori di cui circa 600 tifosi giallorossi assiepati in Curva Ovest.

Formazione schierata con il solito modulo 4-4-2.

Fulignati tra i pali, difesa composta da Situm, Antonini, Scognamillo e Veroli.

A centrocampo, Oliveri, Verna, Petriccione e Vandeputte.

In avanti, Iemmello e Biasci.

INDISPONIBILI: Ghion, D'Andrea, Situm, Brighenti e Ambrosino 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner