Serie BKT/Play-off, Catanzaro e Cremonese in campo alle 20.30: le probabili formazioni

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Serie BKT/Play-off, Catanzaro e Cremonese in campo alle 20.30: le probabili formazioni
La squadra festeggia sotto la Capraro dopo la vittoria col Brescia e nel pezzo Giovanni Stroppa
  21 maggio 2024 15:37

di ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

SERIE BKT / PLAY-OFF-SEMIFINALE D'ANDATA

Banner

PROBABILI FORMAZIONI

Banner

US CATANZARO 1929 (4-4-2): Fulignati; Scognamillo, Brighenti, Antonini, Veroli; Sounas, Pontisso, Petriccione, Vandeputte; Iemmello, Biasci. All.: Vivarini

Banner

US CREMONESE (3-5-2): Saro; Antov, Ravanelli, Bianchetti; Zanimacchia, Pickel, Castagnetti, Johnsen, Sernicola; Vazquez, Coda. All.: Stroppa.

ARBITRO dell'incontro: MARCENARO; ASSISTENTI: BINDONI - TEGONI; IV UFFICIALE: DIONISI; VAR: MARINI; AVAR: SOZZA

NOTE: sereno, circa 17 gradi; terreno in erba naturale;

SPETTATORI:

AMMONITI; ESPULSI; CORNER;

Stadio comunale "Nicola Ceravolo" di Catanzaro. Serie BKT / Play-off-semifinale d'andata

Fischio d’inizio: ore 20.30

CATANZARO

Semifinale d'andata dei Play-off di Serie BKT per le Aquile di Vincenzo Vivarini che stasera affronteranno la Cremonese di Stroppa nella prima delle due sfide che decideranno quale squadra approderà in finale.

Il regolamento favorisce sempre la squadra meglio classificata alla fine della regular season che in questo caso è la Cremonese (arrivata quarta) e ciò vuol dire che a parità di risultato nelle due sfide senza tempi supplementari passerebbero i lombardi.

Il Catanzaro per passare il turno deve vincere almeno una partita e provare a farlo con più gol di scarto.

Intanto, ieri sera si è giocata la gara d'andata dell'altra semifinale tra Palermo e Venezia. I lagunari hanno battuto i padroni di casa per 1 a 0 grazie al gol spettacolare realizzato nella ripresa da Pierini che ha trafitto il portiere rosanero con una sinistro forte e angolato.

Stasera dunque si disputerà l'altra partita tutta da seguire tra Catanzaro e Cremonese in uno stadio che ancora una volta sarà gremito  con oltre 13mila spettatori.

Davvero esigua la presenza dei supporters ospiti: una sessantina circa assiepati in "Curva Mammì".

Oltre agli assenti D'Andrea, Ghion e Ambrosino, vittime di infortuni di una certa entità, si è aggiunto anche Šitum, non convocato a titolo precauzionale per un problemino al polpaccio. Fulignati invece ha recuperato dopo i fastidi accusati nel finale dell'ultima gara e sarà del match.

Per quanto riguarda il pacchetto difensivo, Antonini e Brighenti faranno coppia centrale, mentre nel ruolo di braccetto sinistro giocherà Veroli. A destra, nel ruolo di terzino fluidificante, Scognamillo. Pronti KrajncMiranda e Oliveri.

In cabina di regia, Petriccione affiancato da Pontisso, mentre sulle fasce giocheranno Sounas, a destra e Vandeputte a sinistra. Brignola e Stoppa sono già col motore caldo per la ripresa. 

In avanti, i titolari saranno Iemmello Biasci con Donnarumma, grande protagonista delle gara col Brescia pronto ad entrare.

Formazione schierata con il solito modulo 4-4-2.

Fulignati tra i pali, difesa composta da Scognamillo, Brighenti, Antonini e Veroli.

A centrocampo, Sounas, Petriccione, Pontisso e Vandeputte.

In avanti, Iemmello e Biasci.

INDISPONIBILI: Ghion, D'Andrea, Ambrosino e Šitum

CREMONESE

Semifinale d'andata dei Play-off di Serie BKT per la Cremonese di Stroppa arrivata quarta in campionato che nelle due sfide giocherà per due risultati su tre senza tempi tempi supplementari.

I lombardi avranno qualche chance in più e proveranno a vincere a Catanzaro per poi gestire nella gara di ritorno.

Collocolo non ce la fa, a centrocampo spazio per Charles Pickel, tornato dalla squalifica.

Saro confermato tra i pali, difesa a tre con Antov, Ravanelli e Bianchetti;

a centrocampo Castagnetti comanda in regia, affiancato da Pickel (appunto) e Johnsen.

Gli esterni sono Zanimacchia a destra e Sernicola a sinistra.

Vazquez in attacco affiancato da Coda, favorito di poco su Tsadjout. Non è da escludere, come accaduto nella sfida di un mese fa, l’inversione Johnsen-Vazquez. (fonte: cuoregrigiorosso.com)

Ecco alcune dichiarazioni del tecnico della Cremonese Giovanni Stroppa alla vigilia della gara:

Il regolamento obbliga il Catanzaro a vincere. Il copione della gara è tracciato?

“La partita sarebbe stata la stessa a prescindere. Noi stiamo molto bene e sono sicuro che faremo una grandissima prestazione: quando siamo andati a Catanzaro arrivavamo da un momento così così e abbiamo fatto un’ottima partita. Ora bisogna fare ancora meglio, perché possono metterci in difficoltà ma abbiamo le armi per fare altrettanto”.

Il fatto che loro siano reduci da 120′ di gioco può essere un fattore? Collocolo è recuperato?

“Sulla loro condizione non lo so, lo scopriremo domani sera. Collocolo sarà sicuramente disponibile per il ritorno. Non lo rischiamo, ma sia lui che Afena-Gyan hanno praticamente recuperato”.

A bilanciare la fatica del Catanzaro può esserci la carica dovuta al gol del pareggio a pochi secondi dalla fine?

“Non saprei, è una partita nuova con energie psicologiche importanti. Affronteremo il Catanzaro nel suo stadio con l’approccio giusto e la determinazione giusta. Poi oltre alla partita di domani sera ce n’è un’altra: sono due tempi e bisogna ragionare sui 180 minuti. Al di là del singolo episodio bisogna capire che non è mai finita: ciò che succederà domani non sarà condizionante per la partita successiva, terrà aperto a qualsiasi risultato”.

La Cremonese ha un obiettivo chiaro da inizio stagione, il Catanzaro non ha nulla da perdere. C’è comunque spensieratezza da entrambi i lati?

“Oggi credo che siamo alla pari: chi si trova a giocare partite del genere ha le stesse ambizioni, il percorso non conta. Disputiamo una semifinale con il 50% di possibilità per ciascuno, ma con motivazioni al 100% da ambo i lati”.

Contro il Cittadella Vazquez ha riposato dopo l’ottima prestazione di Parma. Può essere un giocatore del suo calibro a rompere gli equilibri in gare del genere?

“Assolutamente sì. Ha dimostrato di star bene sono contento, ma non è l’unico. Abbiamo recuperato sia energie fisiche che nervose e affrontiamo questa partita al 100%”.

I pareggi del campionato possono dare indicazioni sul tipo di gara che vi aspetta?

“Sono discorsi che lasciano il tempo che trovano, non riesco a fare un confronto. A Catanzaro potevamo vincere come perdere, siamo entrambe squadre votate al palleggio e guardando le rose mi permetto di dire che abbiamo obiettivi tecnici comuni: ci piace giocare a calcio e vincere le partite attraverso le prestazioni. Quello di domani sarà un discorso nuovo, diverso rispetto al campionato”.

Avete preparato un piano per contrastare Iemmello, vero e proprio trascinatore dei giallorossi?

“Spesso si parla dei giocatori della nostra rosa, ma ci sono anche negli avversari elementi di grande qualità. Iemmello è un fattore, ha trovato l’ambiente giusto e si sta esprimendo a livelli mai visti prima. Ha fatto un percorso importante, qualche anno fa era uno dei giovani più promettenti e ora sta trovando una dimensione straordinaria. La nostra attenzione non è rivolta solo a lui, ma anche ad altri giocatori come Vandeputte e Petriccione, che ho avuto a Crotone. Il Catanzaro è una squadra importante”.

Potrebbe riproporre nuovamente Johnsen nel duo d’attacco? In porta giocherà Saro?

“Sì, Saro giocherà. Per quanto riguarda Johnsen, vedremo domani sera”.

Ha già ottenuto la promozione dai playoff: cosa si prova? Come vanno affrontati?

“È bellissimo, ma al di là di questo credo che ogni storia sia diversa dalla precedente. Certo, mi piacerebbe dire le stesse cose tra due settimane. Abbiamo un’opportunità straordinaria e dobbiamo affrontarla al massimo, in tutte le sue sfaccettature. Conterà tanto star bene fisicamente e avere la mentalità giusta, e la squadra ha queste caratteristiche: nel calcio poi può succedere di tutto, ma sicuramente noi ci siamo”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner