Serie C, Catanzaro e Viterbese in campo alle 17.30: le probabili formazioni

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Serie C, Catanzaro e Viterbese in campo alle 17.30: le probabili formazioni
Sostenitori giallorossi ad Andria
  15 ottobre 2022 12:35

di ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

SERIE C - GIRONE / OTTAVA GIORNATA

Banner

PROBABILI FORMAZIONI

Banner

Us Catanzaro 1929 (3-5-2): Fulignati; Martinelli, Brighenti, Scognamillo; Vandeputte, Verna, Ghion, Sounas, Tentardni; Biasci, Iemmello. All.: Vivarini

Banner

Us Viterbese 1908 (3-5-2): Fumagalli; Semenzato, Ricci, Monteagudo; Nesta, Andreis, Megelaitis, Mungo, Rodio; Polidori, Marotta. All.: Filippi

Arbitro dell’incontro: Kevin Bonacina di Bergamo; assistenti: Antonio Marco Vitale di Ancona e Costin Del Santo Spataru di Siena quarto ufficiale: Alfredo Iannello di Messina

Note: parzialmente nuvoloso, circa 18 gradi; terreno in erba naturale; 

 SPETTATORI:

ammonitiespulsicalci d’angolo;

Stadio "Nicola Ceravolo" di Catanzaro. Serie C girone C, ottava gara di campionato.

Fischio d’inizio: ore 17.30 (diretta streaming su Eleven Sports)

CATANZARO

Ottava gara di campionato per i ragazzi di Vincenzo Vivarini reduci da un'altra incredibile vittoria esterna ad Andria.

I giallorossi procedono alla grande confermando il primato in classifica (in condominio con il Crotone) con la miglior difesa e il miglior attacco del girone.

Mister Vivarini tuttavia ribadisce umiltà e rispetto per tutti gli avversari. Pubblico certamente in crescita sempre più fiducioso di una squadra che fino ad ora ha davvero impressionato.

Il Catanzaro dopo 7 gare è primo in classifica con 19 punti, frutto di 6 vittorie e un pareggio (a Cerignola) con 25 gol fatti e 2 subiti.  

Formazione schierata con il solito modulo 3-5-2 che propone Fulignati in porta.

La difesa sarà composta al solito da MartinelliBrighenti e Scognamillo.

Sulla mediana, Ghion e Verna, in vantaggio su Welbeck, Cinelli e Pontisso . 

Sulla trequarti, Sounas in vantaggio su Bombagi.

Sulla fascia destra, al posto di Situm (non ancora convocato per un leggero fastidio al polpaccio) giocherà Vandeputte e dall'altra parte Tentardini.

Le punte titolari saranno Biasci e Iemmello, ma in panchina sono prontissimi Cianci e Curcio, sempre molto positivi.

VITERBESE

Gara esterna tutta da giocare per i ragazzi del tecnico Giacomo Filippo reduci da una vittoria a sorpresa sul campo del Monopoli che restituisce ossigeno e fiducia dopo un inizio di campionato davvero difficile.

La sensazione della vigilia, anche in virtù della rifinitura che la squadra ha sostenuto a metà strada tra Viterbo e Catanzaro, è che il tecnico manterrà la stessa strategia under con la difesa e l’attacco interamente over e i tre giovani schierati a centrocampo.

Semenzato resta dunque in difesa mentre Andreis è confermato in mediana con Mungo, impegnato da mezz’ala, con la libertà di inserimento tra Polidori (favorito su Volpicelli) e Marotta.

I laziali dopo sette giornate di campionato hanno totalizzato 6 punti e ricoprono il quattordicesimo posto in classifica (in condominio con Picerno e Taranto) frutto di una vittoria 3 pareggi e 3 sconfitte, 5 gol fatti e 11 e subiti. 

Ecco l'intervista realizzata dall'Ufficio stampa della Viterbese al tecnico Giacomo Filippi.

La vittoria di Monopoli ci ha dato morale e certezze. Come ci si arriva e soprattutto come si affronta un Catanzaro che finora si è dimostrata una schiacciasassi?

“Sicuramente la vittoria di Monopoli ci ha dato l’autostima che ricercavamo perché abbiamo dato continuità alle buone prestazioni fatte in precedenza eccezion fatta per l’episodio con il Latina. A Catanzaro ci andiamo con la consapevolezza delle nostre forze ma anche di affrontare un avversario fortissimo. Noi però abbiamo bisogno di punti e cercheremo in tutti i modi di portarli a casa”.

Come giudica il rigetto del Catanzaro di anticipare la gara, anticipo che ci avrebbe permesso di affrontare meglio una trasferta lunghissima?

“Anticipare la gara ci avrebbe fatto un po’ comodo per una questione logistica. Il rigetto? Avranno le loro ragioni, ci può stare. Non ci deve condizionare e non deve essere un problema. Bisogna concentrarsi sulla partita come lo stiamo facendo da inizio settimana”

Catanzaro e poi subito Avellino: opererà un po’ di turnover per dosare le forza in vista di due gare attaccate?

“Valutiamo gara per gara. Con quella già giocata a Monopoli è un trittico di partite impegnative, è naturale che andrà in campo chi ci darà le maggiori garanzie sia fisiche che tecniche e tattiche. Comunque il gruppo si sta allenando bene ed ho le risorse giuste per attingere da tutta la rosa a disposizione”.

La squadra sembra trovarsi più a suo agio col 3-5-2: la Viterbese ha finalmente trovato il suo schema?

“Non mi sento di parlare di numeri anche perché la squadra si muove bene in campo occupando gli spazi. A volte può sembrare un 3-5-2 o un 3-4-3. Quindi è in base anche all’interpretazione del giocatore durante la partita. Normale pure che studiando gli avversari si può cambiare qualcosa ma come ho sempre ripetuto quello che conta è l’atteggiamento della squadra sul rettangolo verde”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner