Sersale. Lotta alla vita sedentaria, l'appello ai giovani dell'allenatore Rosario Cisternino

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sersale. Lotta alla vita sedentaria, l'appello ai giovani dell'allenatore Rosario Cisternino
Rosario Cisternino
  15 luglio 2021 16:27

 L'organizzazione mondiale della sanità raccomanda alle nuove generazioni di età compresa tra gli 11 e i 17 anni di svolgere almeno un'ora di attività fisica al giorno. Risultato deludente: i giovani sono troppo sedentari , l'80 % non svolge attività sportiva regolare. 

Un trend inviso all'allenatore Uefa B e preparatore atletico di Botricello Rosario Cisternino. È un fiume in piena l'ex allenatore di Cutro e Cotronei.

Banner

Troppa vita sedentaria: mister, come se ne esce?

Banner

"L'uomo è fatto per muoversi. Oggi l' uomo moderno tende verso un' eccessiva assunzione di cibo e verso la vita sedentaria. Senza movimento  si va incontro a una regressione motoria : intera macchina biochimica e metabolica del corpo risente dalla mancanza di sforzo e ogni parte del corpo va in difficoltà. Durante adolescenza si diventa sedentari e li che bisogna intervenire con politiche mirate a far comprendere che lo sport è palestra di vita".

Banner

Quanto contano gli esempi positivi da piccoli?

"Io ne ho avuti due di esempi, mio padre e mio fratello: Filippo Cisternino e Francesco Cisternino. Mio papà e' stato segretario u.s. Botricello per decenni, mio fratello è stato un buonissimo giocatore e io suo primo tifoso. Ho iniziato da bambino a fare sport. Mi ha sempre affascinato vedere bambini dietro un pallone: una gioia indescrivibile".

Anche se giovanissimo, ha fatto allenatore in realtà importanti come Cotronei o Cutro . La sua prossima panchina ?

" Vado dove c'è un progetto, dove posso lasciare un' impronta. Per vari infortuni ho smesso presto di fare calciatore e l'ho fatto anche a Pesaro in Eccellenza. La passione è sempre viva e ho deciso di insegnare calcio anche se ho soli 40 anni. Ho iniziato con scuole calcio e poi con i grandi. Dalla terza categoria all'Eccellenza passando per la promozione. Sono stato a Cutro, Cotronei, Scandale e ultimo anno a Sersale dove, come secondo  (di mister Saladino) e preparatore atletico,  abbiamo accarezzato il sogno serie D: per me motivo di orgoglio far parte di un gruppo formidabile ".

Lei è laureato in Scienze infermieristiche e fa infermiere in un noto nosocomio di Catanzaro. Com'è il virus visto da vicino? 

"Sembrava una semplice influenza e invece è un virus terribile perché colpisce  gravemente i polmoni portando delle complicanze generali a tutti gli organi e ha anche implicazioni a livello psicologico. Se ne esce solo con vaccinazione che denota senso civico."
Rosario Cisternino e' anche istruttore di taping sportivo con specializzazione in recupero infortuni e ha conseguito diploma nazionale Coni in nutrizione sportiva: quando c'è la competenza, sovente arriva anche la panchina".

r.c.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner