Sinistra Italiana prosegue il suo lavoro di radicamento nella Provincia di Catanzaro

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sinistra Italiana prosegue il suo lavoro di radicamento nella Provincia di Catanzaro

  26 giugno 2024 14:23

L’Alleanza Verdi e Sinistra Italiana premiata alle ultime elezioni europee con l’elezione di sei europarlamentari e con il nostro Mimmo Lucano campione di preferenze ha iniziato il progetto di strutturazione del partito.

Nei giorni scorsi su impulso del Segretario Regionale Fernando Pignataro, si sono incontrati alcuni amministratori ed ex amministratori del basso jonio catanzarese, con Enzo Bruno e Lino Puzzonia che da poco hanno aderito a Sinistra Italiana, hanno discusso Pino Ussia presidente del Consiglio di Guardavalle, Fabrizia Caridi, Antonio Pellegrino di Soverato, Antonio e Giovanni Voci di montepaone, Alessandro Catalano di Satriano.

Banner

La discussione ha riguardato l’analisi del voto e le prospettive politiche future per costruire l’area progressista larga ed inclusiva alternativa al centro destra.

Alleanza Verdi e Sinistra Italiana nella provincia di Catanzaro dal 1,8 per cento ha triplicato letteralmente i voti con il 6,02 per cento.

Banner

Le liste presentate da AVS hanno attratto milioni di elettori soprattutto giovani che spesso disertavano le urne.

Le candidature dì Mimmo Lucano, Ilaria Salis, Ignazio Marino e Leoluca Orlando hanno rappresentato un vero e proprio programma politico che ha affrontato i temi dell’accoglienza, della solidarietà, dell’ emigrazione e di come far diventare l’Europa più umana. L’Europa della pace contro ogni forma di guerra. L’Europa dei diritti contro prepotenze e prevaricazioni. L’Europa dei servizi, di una sanità efficiente e della lotta alle illegalità e alla criminalità.

Su questa piattaforma programmatica molte sono le adesioni di amministratori e cittadini, già formati alcuni circoli: Vallefiorita, Montepaone e Catanzaro. Nei prossimi giorni si avvierà il tesseramento nei territori di Guardavalle, Davoli, Soverato, Satriano e Squillace.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner