Sopralluogo a Santa Caterina. La Provincia valuta interventi di messa in sicurezza su alcune strade

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sopralluogo a Santa Caterina. La Provincia valuta interventi di messa in sicurezza su alcune strade
Montuoro e consiglieri Baldassare e Sinopoli durante il sopralluogo al comune di Santa Caterina dello Ionio
  29 maggio 2020 14:01

La realizzazione di un adeguato sistema di difesa del muretto che delimita il ponte in località Ceramidia, l’applicazione di una rete paramassi nel tratto di competenza della Provincia lungo contrada Maltese, la realizzazione di una gabbionatura in un tratto di strada compreso tra Santa Caterina superiore e Marina. Della possibilità di effettuare questi interventi si è discusso nel sopralluogo avvenuto a Santa Caterina dello Ionio tra il vicepresidente della Provincia Antonio Montuoro, i consiglieri provinciali Baldassarre Arena e Fernando Sinopoli e il sindaco Francesco Severino.

Nei giorni scorsi era stato il presidente della Provincia Sergio Abramo a incontrare il sindaco Severino per discutere delle problematiche del territorio che necessitano di attenzione. Ed è già in programma un altro incontro tra gli esponenti della Provincia di Catanzaro, quelli del Comune di Santa Caterina dello Ionio e il presidente della Provincia di Vibo Valentia per affrontare il tema della viabilità relativa al tratto che collega il territorio di Santa Caterina dello Ionio a Brognaturo.

Banner

Al sopralluogo erano anche presenti il vicesidnaco Vincenzo Leto, i consiglieri comunali Raffaele Pilato e Francesco Lazzaro e il tecnico Domenico Caporale.

Banner

“Massima è l’attenzione che viene riservata ai territori della nostra provincia – hanno affermato Montuoro, Arena e Sinopoli – e le nostre porte sono sempre aperte per ascoltare disagi e problematiche esistenti. Il nostro presidente Sergio Abramo, che per noi è una guida insostituibile, compie un lavoro incessante affinché i Comuni ricadenti nella provincia di Catanzaro godano di tutti i vantaggi che è possibile garantire”.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner