Soverato. Gli albergatori pronti a ripartire: "Green pass essenziale. Le prime prenotazioni indicano vacanze più lunghe"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Soverato. Gli albergatori pronti a ripartire: "Green pass essenziale. Le prime prenotazioni indicano vacanze più lunghe"

  19 maggio 2021 20:56

Le attività ricettive si preparano ad affrontare la stagione turistica. Da qualche giorno sono arrivate le novità su riaperture e green pass. La titolare dell'hotel San Domenico di Soverato spiega come una struttura di grandi dimensioni si sta organizzando in attesa di una stagione non semplice. "Lo scorso anno è stato d'apripista,  quest'anno abbiamo attivato tutto per il rispetto delle norme di sicurezza.. Nonostante la situazione  ci auguriamo di offrire il meglio", dice Silvia Nistico', titolare del San Domenico.
"Un'attività alberghiera necessita di sicurezza ed il green pass è una condicio sine qua non per accedere alla struttura. La nostra clientela è soprattutto over 60 e dunque al momento i prenotati sono stati già tutti vaccinati. Chi non ha il vaccino deve fare tampone o aver avuto il Covid. I nostri clienti sono tutti disponibili anche perché le richieste di vacanze sono più lunghe, dai 15 ai 21 giorni. Questo comporta la necessità di garantire la sicurezza", aggiunge la titolare della struttura di Soverato.
"Partiremo a fine giugno perché non ci sono state linee guida e programmazione che per noi sono necessarie.  Il coprifuoco avrebbe penalizzato chiunque per questo aspettiamo che venga eliminato.  Mancherà probabilmente il turismo straniero ma speriamo di rifarci da settembre in poi ma è tutto un punto interrogativo" dice Silvia Nistico' sottolineando che molti paesi ancora sconsigliano i viaggi in Italia penalizzando molto le strutture ed il turismo.

Banner

 

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner