Soverato, nasce lo sportello di ascolto contro la violenza sulle donne

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Soverato, nasce lo sportello di ascolto contro la violenza sulle donne

  17 febbraio 2022 10:29

Parte un nuovo servizio nel comune di Soverato. Delicato, attento, indispensabile per una fascia di  popolazione che ne avverte sempre di più la necessità purtroppo. Si tratta dell’avvio dei servizi  dello Sportello di ascolto di Attivamente Coinvolte, l’associazione calabrese che si impone nel  territorio regionale per l’alta professionalità nella cura della donna, anche attraverso Centri 
antiviolenza. 

Partendo dal forte bisogno dell’Ambito di Soverato di affrontare il delicato tema della tutela delle  donne, si comunica quindi l’apertura dello sportello di ascolto dedicato alle stesse, ogni venerdì  dalle 15 alle 17 presso il primo piano del Comune di Soverato (ufficio servizi sociali). 

Banner

Lo sportello dunque viene gestito dall’associazione Attivamente Coinvolte, mediante alcune  professioniste (avvocate, psicologhe, operatrici) che da tempo si occupano del tema, il lavoro 
verrà svolto in stretta collaborazione con i Servizi Sociali dell’Ambito di Soverato e l’equipe 
multidisciplinare della Innotec - Società Cooperativa Sociale. “Fondiamo il nostro lavoro sulla rete con i Servizi e gli Enti del Terzo settore che si occupano della  tutela delle donne per affrontare al meglio ogni situazione. Da qui l’importanza di un Protocollo  d’Intesa con l’Associazione Attivamente Coinvolte” si esprime così Sara Fazzari l’Assessora alle politiche Sociali del Comune di Soverato. 

Banner

“Accoglienza, ascolto e cura, se attivate in modo specifico e professionale costituiscono la base per 
una presa in carico a 360 gradi delle donne che affrontano quotidianamente problemi come la 
violenza di genere” dice invece Serena Peronace psicoterapeuta e coordinatrice Equipe Innotec Ambito di Soverato.  Il lavoro di gestone dello sportello curato da Attivamente coinvolte “si svilupperà in un percorso di  approccio professionale alla persona, con grande attenzione all’analisi del bisogno espresso e alle 
tappe di consapevolezza del disagio che si sta vivendo; un lavoro molto delicato per il quale 
metteremo in campo le più alte professionalità della nostra organizzazione”, così la presidente 
Stefania Figliuzzi. 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner