Spaccio di droga nel Catanzarese, il Riesame annulla l'ordinanza di arresto di Antonio Abbruzzese

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Spaccio di droga nel Catanzarese, il Riesame annulla l'ordinanza di arresto di Antonio Abbruzzese
Un'aula di tribunale
  06 dicembre 2023 16:06

La Seconda Sezione Penale del Tribunale di Catanzaro, in sede di Riesame (presidente: Emma Sonni; giudici: Silvia Manni e Andrea Odierno), ha annullato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere (dell'aprile 2023) nei confronti di Antonio Abbruzzese, classe 1975, finito in carcere per l'ipotesi di reato di partecipazione ad associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti e in particolare di cocaina.

Abbruzzese, difeso dall'avvocato Stefano Nimpo, ha presentato ricorso - dopo un primo rigettato - in Cassazione, la quale ha annullato il provvedimento, rinviando al Tribunale catanzarese per il Riesame. Secondo quanto riportato già dalla Cassazione, il Tribunale di Catanzaro avrebbe valorizzato "elementi indiziari [...] che sicuramente disegnano un contesto delinquenziale sufficientemente definito, ma che allo stato non permettono, nella descrizione che è stata offerta dal Tribunale, di riconoscere l'esistenza delle condizioni richieste [...] con una stabile adesione di Antonio Abbruzzese al sodalizio criminale".

Banner

L'accusa aveva individuato in Abbruzzese la persona che avrebbe partecipato, come "acquirente e canale di smercio, specie nell'area dell'hinterland catanzarese, al sodalizio intrafamiliare Mannolo-Passalacqua, dedito al traffico di stupefacente di tipo cocaina e operante nell'area territoriale compresa fra la zona sud-est della provincia di Catanzaro e quella limitrofa crotonese, in particolare nei comuni di Steccato Cutro e Cutro". Ma per la Cassazione prima e per il Riesame poi, le prove indiziarie non sarebbe sufficienti a delineare con chiarezza il ruolo di Abbruzzese in questo senso. Elementi indiziari, come rilevano i giudici, sarebbe emersi, in via primaria, in base alle dichiarazioni (datate) di collaboratori di giustizia, tra i quali, in primis, Santo Mirarchi. Alla luce di ciò - e di quanto rilevato anche dalla Cassazione - il Tribunale di Catanzaro ha disposto l'annullamento dell'ordinanza restrittiva a carica di Abbruzzese. 

Banner

 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner