Speziali (Udc): "Donato non si permetta a offendere i leader della coalizione come Salvini"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Speziali (Udc): "Donato non si permetta a offendere i leader della coalizione come Salvini"
Vincenzo Speziali
  23 aprile 2022 17:44

di VINCENZO SPEZIALI*


"A fronte del dibattito tra i candidati a Sindaco di Catanzaro nella serata del 22 Aprile, confermo tutte le mie perplessità, sul candidato, Prof. Valerio Donato, il quale dimostra, ancora una volta -per la verità non solo al sottoscritto- quanto sia poco strutturato dal punto di vista politico, oltre che incedente nell'insolenza arrogante, tra l'altro tipica da parte di chi è un radical chic di stampo leninista con conseguenziale discendenza da culturame berlingueriano.
Ciò, ad adiuvandum, si palesa, con il fatto che -sempre Donato- parli e citi insistentemente il termine 'sistena' e quest'ultimo (cioè il temine, appunto) configura come la concezione che il presunto candidato civico (il realtà di sinistra e non municipalista sturziano) sia impregnata di prassismo e il prassismo è cardine del marxismo, perciò confligge con l'umanesimo integrale di Maritan.
Tutte ciò sono questioni serie, non da poco, quindi costui -non dico offende- bensì sminuisce le forze politiche con le quali avrebbe in corso tavoli di presunta interpartitica di coalizione e non si sa per quali motivi, visto che come dice lui, sarebbe ed è solo la sua persona a decidere e notificare, mentre sostiene -mentendo sapendo di mentire!- che è un civico e si incontra allo stesso tempo con forze politiche che disprezza ed oltraggia!
A conferma del mio dire, infatti, Il Prof Donato rimarca che ove mai dovesse essere il candidato di tutto il centrodestra o di sigle dell'alleanza, lui non salirebbe in un palco con nessuno di noi e con i nostri Leader nazionali (in particolare ha sottolineato di non voler al suo fianco Salvini, a cui rinnovo la mia amicizia e la mia stima, ribadendogli come il sottoscritto, si incaricherà di rispedire al mittente le offese gratuite, da parte del cattedratico comunista).
Insomma, l'aspirante candidato del 'falso' civismo (ma sempre a noi avverso e da noi infastidito!), vuole i nostri voti, e poi dobbiamo camuffarci, travestirci e magari pure sparire, perché costui è di sinistra e tale rimane, quindi noialtri dovremmo ringraziarlo del fatto che ci consente di votarlo, ma successivamente non possiamo e non dobbiamo mettere bocca o naso (avendo o meno la barba, come il Cacciari di Gagliano) nella sua ipotetica gestione.
All'On.le Giorgia Meloni, mi rivolgo in modo accorato, affinché ella partecipi pure per Catanzaro alle riunioni di un tavolo nazionale congiunto, poiché a queste latitudini, solo il sottoscritto sta compiendo -in modo pubblico, coerente e convinto- una battaglia in difesa della nostra comune identità e della relativa classe dirigente dell'alleanza tutta: così, in base a queste motivazioni e per giusta causa, si ritrovano le ragioni di uno stare insieme e io lo sto facendo, umilmente, battendomi come un leone e alla stregua di un vero patriota della nostra comunità (ed utilizzo il termine patriota, anche in ossequio a qualche alleato politico).
Aggiungo, perciò, quanto è triste, veramente triste, vedersi e sentirsi strumentalizzare (politicamente parlando), da un cattedratico sinistrorso, il quale con me non ci riuscirà e per quel che mi riguarda non lo consentirò, perché difenderò il mio Partito -per il quale non si permetta fino a chiarimento consecutivo doveroso e a fronte di indicazioni ufficiali che mi perverranno, mai più ad includere tra i suoi sostenitori (nonostante le panzanate di Merante!)- sia per gli altri del centrodestra: io sono onorato, di salire sul palco con il Segretario del mio Partito, ovvero Lorenzo Cesa (con il quale ho amicizia e frequentazione coerente da più di trent'anni), oppure assieme a Matteo Salvini che rispetto e stimo e con il quale ho un ottimo rapporto!
Al Prof.Donato, faccio, in ultimo, notare come noi tutti, della nostra area, abbiamo un programma e delle idee per la città, ed è lui che dovrebbe sposarle, non noi a rincorrere le sue fantasie da docente di stampo marxista, per non dire alla Dottor Frankenstein... ovviamente in salsa stalinista!

Banner



*Commissario cittadino di Catanzaro dell'UDC, Membro della Direzione Nazionale dell'UDC

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner