Speziali (UdC): "La geografia (politica) secondo Maurizio Lupi, 'Desolantemente' esilarante'”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Speziali (UdC): "La geografia (politica) secondo Maurizio Lupi, 'Desolantemente' esilarante'”

  15 febbraio 2024 07:31

di VINCENZO SPEZIALI

 
Sfottere per sfottere, è sterile. Ma sfottere, facendo 'passare un messaggio', quindi accompagnando il tutto con la satira, è un arte, perciò, modestia a parte, io sono un grande artista.
 
D'altronde sono pure questi i rudimenti che mi ha insegnato la DC, ed io ne vado fiero, li rivendico, ma soprattutto li utilizzo.
Dimostro, spiegandomi: da giorni circola una notizia e il sottoscritto ne ha avuto contezza grazie ad una cara amica calabrese, coniugata con un galantuomo siciliano (se ometto i nomi è per ossequio alla loro privacy, non perché si teme 'qualcosa' da chicchessia...poi da Lupi, sarebbe irrealistico, essendo notorio il suo 'pasticcionismo pressappochista'). Difatti, impazzano tra risate sgomenti e offese indignate, da parte di due Regioni italiane, cioè Abbruzzo e Piemonte, le reprimende su Lupi Maurizio (...sempre in rolex). Solo tal costui poteva riuscire in ciò (e la cosa non è un encomio encomiastico), cioè allenarsi i di già (non!) sui 'votini pochi' -coerentemente a quanto avrebbe commentato in così testual frase e modalità, il mio compianto buonanima On. Franco Quattrone- e ribadisco, esclusivamente il Lupi, è stato in grado di 'screditarsi' così.
La foto che allego in didascalia, lo conferma a piene mani, per di più al netto dei polsi, laddove indossiamo i vari orologi, poiché ciò è la plasticificazione di uno scadimento, più che politico, politicante, il quale denuncio da tempo e per tempo ne ho stigmatizzato i danni.
 
 
Sulle strade abruzzesi, sono apparsi i manifesti di propaganda elettorale, della formazione non partica, bensì parlamentare (poiché di ciò trattasi), il cui none è 'Noi Moderati', con impresso la foto 'lupiana' (sempre più assomigliante alla diversamente bella figlia cinematografica di un noto e surreale ragioniere, pure lui cinematografico: quindi si ritorna sillogicamente allo giusto sfottò, nonché alla sana caricatua satirica!).
Dove si insidia l'arcano? I manifesti contengono, slogan e riferimenti, persino regionalistici, non all'Abruzzo, ma, nientepopodimeno che del Piemonte.
Ordunque, siccome parliamo delle rispettive regioni di due, purtroppo defunti, ma che restano notoriamente grandi uomini politici italiani e democristiani, esperti in anch'essi in polemiche e salaci battute, cioè Remo Gaspari e Carlo Donat Cattin, vi sarebbe da chiedersi cosa mai avrebbero detto del suddetto esponente o virgulto del politicume, cioè sempre Maurizio Lupi (...e sempre in rolex).
Tralascio, "per carità di Patria" -parimenti alla locuzione che soleva ripetere Francesco Cossiga- epperò un po di attenzione please, se non altro, da parte sua e dei suoi, alfine di non coprirsi di ridicolo, poiché già sono state comiche le di lui 'escusatio' per i doni ricevuti (senza nessuna coda giurisprudenziale), ma non è possibile sottacere e non farsi crasse risate, a fronte di uno svarione simile, offensivo verso gli e i cittadini tutti: è cone pretendere voti 'a scatola chiusa', senza possedere credibilità, rispetto ed attenzione, che a ciascuno bisogna dare (senza predicare bene -ma in questo caso no- è razzolare male!).
'A Mauri`' -si direbbe a Roma e dintorni (Arcinazzo compresa, notoriamente a me molto cara!)- 'ma è mai possibile, che te capitano sempre tutte a te? Dicce a verità: nun fai politica, ma cabaret. Te ce mannamo ar Bagaglino? Faccio na telefonata a Ninni Pingitore: o sta per riaprillo'

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner