Spirlì: "Basta con il dramma delle chiusure, le attività devono riaprire. Le famiglie sono allo sbando"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Spirlì: "Basta con il dramma delle chiusure, le attività devono riaprire. Le famiglie sono allo sbando"

  16 aprile 2021 21:19

Il presidente facente funzioni Nino Spirlì spinge per le riaperture. Nel giorno in cui il presidente Mario Draghi ha annunciato la riattivazione  della zona gialla a partire dal 26 aprile e indicato una road map delle successive riaperture, Spirlì, intercettato all'aeroporto di Lamezia Terme, va già oltre. Per un'altra settimana la Calabria sarà zona arancione, decisivo quindi sarà il monitoraggio della prossima settimana.  "I calabresi devono avere chiaro che le zone vengono decise dal Governo attraverso un decreto del Governo, su proposta del ministero della Salute, che si avvale del parere del Cts che sono numeri. Il presidente della Giunta non fa altro che recepire quell'atto con un'ordinanza", ha chiarito Spirlì.  "La cosa importante che deve accadere è una ripresa a gradi delle attività degli adulti soprattutto", ha aggiunto. "Io ritengo che i calabresi abbiamo ben inteso quali sono le norme da seguire per contrastare il virus ma è anche vero che le attività devono riprendere perché l'economia e le famiglie sono allo sbando". "Non abbiamo più il diritto di continuare con il dramma della chiusura tout court di tutte le attività ma dobbiamo riaprire in maniera graduale e renderci noi stessi titolari dell'autotutela che può consentire alle attività di riprendere e alla sanità di avere sollievo," ha concluso il presidente facente funzioni.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner