Stati generali del turismo, intervista a Gianluca Marcello (vice presidente regionale FIAVET)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Stati generali del turismo, intervista a Gianluca Marcello (vice presidente regionale FIAVET)
Gianluca Marcello

"Siamo un punto di riferimento per tutto il settore del travel e negli ultimi anni ci siamo adeguati alle esigenze del clienti, difatti sono nate le figure professionali dei "Consulenti di Viaggio", l'utenza è sempre più esigente e colta, vuole essere consigliata affinché possa personalizzare e realizzare le sue vacanze"

  30 marzo 2022 19:17

di ENZO COSENTINO

Domani una giornata che dovrebbe risultare interessante e impegnativa per tutto il  comparto del turismo calabrese: gli Stati Generali. L’assessore  regionale Fausto Orsomarso ha inteso organizzare l’evento soprattutto per fare il punto della situazione in cui si trova l’intero settore in procinto di affrontare una stagione estiva che dovrebbe segnare, dopo i guasti provocati dalla pandemia, un deciso rilancio del turismo calabrese. E per certi versi il turismo è trainante anche per l’economia della nostra regione. Nonostante qualche indicatore ci posizione negli ultimi posti della classifica nazionale. Posizione causata, in abbondante parte, dagli errori continui, commessi dalla politica “istituzionale”. Cosa fatta capo ha -si dice- per cui tutti pronti. Il turismo calabrese (che non deve essere solo circoscritto alle bellezze naturali ma comprendere una macchina funzionante in tutte le attività collaterali) vuole vivere una stagione alla grande. Per centrare l’obiettivo una sola dovrebbe essere la parola d’ordine (si, ordine nel vero senso della parola): confronti serrati e condivisione nella sintesi per la soluzione delle problematiche. Stati Generali da domani per tre giorni. 
LEGGI ANCHE QUI. Stati Generali del Turismo, Orsomarso: "Successo straordinario, nuova scommessa per questa terra"

Banner

Alla vigilia dell’evento abbiamo intervistato Gianluca Marcello,vice presidente regionale della FIAVET/ConfCommercio (l’organizzazione che associa le agenzie di viaggio, strumento importante di collegamento con le altre realtà di settore, ha festeggiato,  con orgoglio e soddisfazione diffusi in tanti ambienti del mondo del turismo i suoi 60 anni di attività sindacale,con un evento patrocinato dal Ministero del Turismo) e titolare di "Parallelo Zero Viaggi & Tursimo).

Banner

Gianluca Marcello, bussa alle porte un appuntamento importante per il turismo calabrese: la tre giorni degli stati generali. Come sarà marcata la presenza della vostra organizzazione?

Banner

“Saremo presenti, in quanto è un momento importante di condivisione tra i player del turismo calabrese e le istituzioni regionali, contribuiremo con idee e strategie affinché la Calabria diventi una meta turistica internazionale.”

La Fiavet,  pur nella sua specificità di rete delle agenzie di viaggi, nell’economia di un piano di ripresa  e rilancio regionale del comparto turistico può avere un ruolo cardine nella filiera del settore?

“Assolutamente si, in quanto le aziende associate hanno differenti peculiarità e attitudini, dall'outgoing all'incoming, per tali motivi siamo un punto di riferimento per tutto il settore del travel.”

Agenzie di viaggio, soltanto un botteghino di prenotazioni  e vendite di biglietti o una sorta di consulenza di viaggio per la clientela?

“Negli ultimi anni ci siamo adeguati alle esigenze del clienti, difatti sono nate le figure professionali dei "Consulenti di Viaggio", l'utenza è sempre più esigente e colta, vuole essere consigliata affinché possa personalizzare e realizzare le sue vacanze; giova sottolineare che proprio per questo motivo e non solo, siamo stati in grado di riportare in agenzia un segmento di mercato che ormai era perso, in quanto prenotava le vacanze tramite gli operatori online. Basta evidenziare che anche durante i lockdown, a causa della pandemia, con gli uffici chiusi, abbiamo dato assistenza a tutti i nostri clienti, con tanti disagi per i voli cancellati ma ugualmente siamo riusciti a farli rientrare nelle proprie sedi, anche dall'estero. Nonostante le ns difficoltà del momento, abbiamo dimostrato grande competenza e serietà professionale, anche per questo, siamo stati premiati dai clienti. Consiglio di rivolgersi sempre alla propria "Agenzia di Fiducia".

Dopo il Covid, la guerra russo-ucraina: viene meno un potenziale per il turismo calabrese?

“Si, ma al momento sembrerebbe riguardare solo il mercato turistico russo, anche se ancora è prematuro ufficializzare dati che successivamente potrebbero essere smentiti dai fatti, in quanto tutto dipende dai risvolti che avrà questo conflitto nel breve e medio termine”.

La Fiavet e le Istituzioni regionali?

"Nonostante questo settore rappresenti uno dei volani dell'economia calabrese, è importante evidenziare che per oltre un decennio non abbiamo avuto un assessore al turismo di riferimento, le deleghe sono state rimaste sempre in carica al Presidente della Regione, stessa cosa dicasi per il dipartimento che doveva essere dedicato solo al turismo. Finalmente solo negli ultimi due anni abbiamo nuovamente un Assessore al Turismo che è presente e si sta appassionando sempre di più alle nuove sfide con dei competitor forti. Come Fiavet Calabria Confcommercio siamo stati presenti a tutti i tavoli istituzionali, proponendo, condividendo e finalizzando diversi progetti."

 

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner