Taglio dei fondi al sud, Bosco: "Inaccettabile"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Taglio dei fondi al sud, Bosco: "Inaccettabile"
Gianmichele Bosco, Presidente del Consiglio Comunale di Catanzaro
  13 febbraio 2024 09:48

 
 
 
"Il taglio di 3,5 miliardi di euro al Fondo perequativo infrastrutturale da parte del governo è un duro colpo per il Sud Italia, che già soffre di un divario infrastrutturale rispetto al resto del Paese.
 
Le argomentazioni del ministro Salvini, che definisce la riduzione "solo contabile" e non sostanziale, non convincono per nulla. La realtà è che questa scelta avrà un impatto negativo concreto sulla realizzazione di opere infrastrutturali essenziali per il Mezzogiorno, come strade, ferrovie, scuole e ospedali.
È emblematico che il taglio di 3,5 miliardi al Fondo perequativo infrastrutturale avvenga proprio mentre il governo si appresta a spendere decine di miliardi di euro per la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina". Lo scrive in una nota stampa a firma del presidente del Consiglio Comunale, Gianmichele Bosco
 
Un'opera faraonica che non rappresenta una priorità per la Calabria, la Sicilia e il Paese. Sono altre le vere priorità su cui il governo dovrebbe investire, non su un ponte che, a detta di molti esperti, presenta notevoli criticità ambientali e economiche.
Come presidente del consiglio comunale, stigmatizzo con forza questa decisione del governo, che rappresenta un atto di grave ingiustizia verso il Sud Italia. È inaccettabile che le risorse destinate a colmare il divario infrastrutturale vengano dirottate altrove. Il Sud Italia ha bisogno di investimenti, non di tagli".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner