Taverna, si è concluso con successo il Festival delle culture

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Taverna, si è concluso con successo il Festival delle culture

  31 agosto 2022 09:51

di CARMINE MUSTARI

Grande soddisfazione e apprezzamento per l’Hyle Book Festival  a Taverna, una rassegna che quest’anno ha saputo allargare i propri orizzonti e far accorrere nella Sila Piccola un pubblico vasto ed eterogeneo. La kermesse culturale è iniziata con l’urban trekking narrativo alla scoperta di Taverna, dal titolo Le parole di un borgo, in collaborazione con Esperiandanti e Cooperativa Artè di Taverna. L’esperienza ha portato i visitatori alla scoperta del paese con una guida scandita dalla bellezza dei luoghi e dalle pagine più intense che li raccontano.

Banner


Elena Dardano

Banner

Un viaggio letterario e fisico per entrare nella quotidianità, nella magia e nella bellezza del borgo. Il laboratorio letto-creativo per bambini ha riscosso enorme successo durante le tre giornate del festival. Dopo la lettura, i bambini, guidati dall’Associazione di promozione sociale Le Scimmiette, hanno costruito un vero e proprio libro. Spazio incontri letterari con Olga Fotino Canino, Paride Leporace, Giacomo Mancini, Gianni Speranza. Il tutto concluso con l’ultima giornata del festival Hyle Party, una vera e propria festa a tema letterario, ospitata dall’Agriturismo il Lago del Passante e al tramonto sul lago. Oltre alla partecipazione dei musicisti e artisti Midnight Sound Band e Flower Beat, il mercatino del libro e del vinile, con una selezione di brani ispirati alla letteratura. "Siamo davvero molto soddisfatti della riuscita del festival – dice la curatrice artistica Elena Dardano - Le tre giornate e le molteplici iniziative hanno saputo coinvolgere target differenti e il festival ha vantato una presenza massiccia e costante a tutti gli eventi da parte di un pubblico non soltanto presilano o turistico".

Banner

Apprezzatissime le passeggiate ed escursioni letterarie. Così come il cinema letterario sotto le stelle della Sila con la proiezione del film La casa dei libri di Isabel Coixet, nella suggestiva cornice naturalistica che è il Teatro Verde del Centro Visita Garcea di Monaco. Un vero e proprio exploit di una edizione che rivela tutta la potenzialità dell’evento, per mettere al centro la cultura nel meraviglioso scenario della Sila Piccola. Un plauso lo merita Elena Dardano, una giovane al servizio della cultura, che circondata da giovani di buona volontà ha saputo produrre, se ci consentite la parola, un momento di svago ludico, tutto questo orbitante intorno alla lettura, alla natura, alla tradizione, ed è un bene che giovani talentuosi si cimentino in queste avventure a sfatare un luogo comune che vede gli stessi giovani come vuoti e disinteressati.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner