Taverniti si dimette da commissario cittadino di FdI di Monasterace: "Ritengo di aver svolto la mia funzione davanti a tante difficoltà, osteggiamenti “amici” e anche minacce persuasive"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Taverniti si dimette da commissario cittadino di FdI di Monasterace: "Ritengo di aver svolto la mia funzione davanti a tante difficoltà, osteggiamenti “amici” e anche minacce persuasive"
Gianpiero Taverniti
  26 maggio 2020 11:30

  "Condividendo la sua linea programmatica riguardo la federazione provinciale e l’azzeramento fisiologico delle cariche nell’esecutivo provinciale, appoggiando il suo lavoro, volevo solo aggiungere all’azzeramento sopracitato , anche quello della mia da commissario cittadino di Monasterace  investitemi dall’ On.le Edmondo Cirielli nell’ottobre 2019".

Gianpiero Taverniti lascia il suo ruolo e si rivolge al commissario provinciale Denis Nesci. 

Banner

"Senza alcun rimpianto, ritengo di aver svolto la mia funzione, mio malgrado davanti a tante difficoltà, osteggiamenti “amici” e anche minacce persuasive, impegnandomi nel costruire un qualcosa, una sede nel mio paese che dopo diversi tentativi non ha avuto i risultati sperati e programmati. Considerato e tenendo sempre presente le divergenze di concezione di fare politica con alcuni dei nostri iscritti che chiamati pubblicamente in due riunioni costituenti nei mesi di novembre e dicembre 2019, non hanno risvegliato nei medesimi quel senso di appartenenza vera ai principi del partito. L’onestà e la chiarezza che mi premiano più di ogni altra cosa nella vita e che assieme all’umiltà porto sempre con  me, mi conducono - scrive -  nella valutazione globale di soddisfazione del traghettamento che il partito mi ha chiesto verso le elezioni regionali e verso il buon nome dello stesso, cercando di ripagare FdI con il massimo impegno sempre nel compiere azioni politiche e proposte atte alla valorizzazione del territorio e al rafforzamento di questa casa politica,  con i contenuti di poter fare bene solo ed esclusivamente alla collettività e mai personale".

Banner

"Non ci si può inventare quello che non si è, se si è nati sotto quel simbolo, sotto quei principi distintivi nobili, si deve avere la forza di rinunciare nel momento giusto, anche ad una  una carica, per il bene del partito, in questa fase evolutiva di rafforzamento che lo stesso sta compiendo, quindi non volendo rubarle del tempo e venendo al nocciolo, ripongo nelle sue mani - scrive Taverniti rivolgendosi al commissario Nesci -  le mie dimissioni di commissario cittadino di Monasterace che, non vuol dire sbattere porta in faccia a nessuno e ne a quello in cui si crede fermamente, come non vuol dire allontanarsi ripudiando delle idee propositive, ma nel rispetto di tutti; credo sia opportuno fare, visto che la precedente nomina era stata consegnata dall’ex Commissario provinciale"

Banner

"Auspicando che tale scelta politica e umana, non venga fraintesa" Taverniti  aggiunge di confidare  nel " prezioso lavoro e impegno nella crescita condivisa di Fratelli d’Italia  e nell’importante rafforzamento della Federazione Provinciale di Reggio Calabria  che merita, vista la sua storia e la sua tradizione indelebile che la stessa ha nel tempo e nel cuore dei veri uomini di destra reggina e non solo".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner