Teatro, la compagnia Vercillo di Lamezia Terme riparte dal Teatro Filottete con la rassegna "Sipario d’Inverno"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Teatro, la compagnia Vercillo di Lamezia Terme riparte dal Teatro Filottete con la rassegna "Sipario d’Inverno"

  18 febbraio 2022 19:37

Buona la terza! In maniera ironica, l’associazione Teatrale “Giovanni Vercillo”, dà il via alla tournée 2022. Una seconda o forse terza ripartenza per gli attori lametini che già durante la scorsa estate 2021, hanno ripreso e portato avanti l’attività teatrale, se pur a singhiozzo e con numerose difficoltà.

Domenica 20 febbraio l’ironia della commedia in vernacolo, arriverà su un palcoscenico importante che è quello del Teatro Filottete per la settima edizione della rassegna “Sipario d’Inverno”.

Banner

Il gruppo teatrale Vercillo allieterà il pubblico di Cirò con la commedia esilarante in due atti, “E se poi è vero…?”, liberamente tratta da Peppino De Filippo, con la regia di Raffaele Paonessa. Lo spettacolo è incentrato sulla superstizione, un tema molto caldo in passato ma che ancora oggi, trova piena validità. Leitmotiv dello spettacolo è la frase chiave, “non è vero ma ci credo”, rimandando all’ignoranza dell’essere superstiziosi ma allo stesso tempo, come sottolineavano i fratelli De Filippo, a non esserlo porta male.

Banner

La commedia vedrà un alternarsi di battute e sottili riflessioni, trainate dal mattatore, don Vincenzo, impersonato dal regista Paonessa.

Banner

Ed è lui a sottolineare l’emozione nel ritornare sul palcoscenico, un’emozione che ogni volta acquista di unicità se pur oramai, sono oltre 20 anni che il gruppo porta il suo recitar in giro per la Calabria.

"Siamo felici – dichiarano dalla compagnia – di ritornare in una cornice cara come quella di Cirò, dove ad accoglierci come sempre, non vi sarà un team di organizzatori ma un gruppo di amici, gli attori del gruppo teatrale La Torre. La bellezza del teatro è proprio questa – sottolineano gli attori lametini – riuscire a creare momenti di umana condivisione e amichevole complicità, trasformando ogni istante in una occasione di confronto teatrale quanto emozionale.

Il pubblico di Cirò poiconcludonoci ha sempre accolti con entusiasmo e calore, gli ingredienti essenziali che ogni volta ci permettono di salire su un palco per sorridere e far sorridere. Il sorriso, un gesto spesso scontato e semplice, acquista però in questo particolare e delicato momento storico, la valenza di un’arte ed il potere di una magia.

Non ci resta dunque, che partire per ritornare uomini e donne diversi perché arricchiti da una “nuova ripartenza”, con la gioia di poter comunicare che il sipario si apre sulla nostra stagione 2022".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner