Teatro, nuovo appuntamento della compagnia lametina "Vercillo" a Cirò Marina

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Teatro, nuovo appuntamento della compagnia lametina "Vercillo" a Cirò Marina

  02 marzo 2022 19:49

Continua con entusiasmo, la tournée teatrale dell’associazione lametina “Giovanni Vercillo”.

Un ritorno sul palcoscenico che li vedrà, domenica prossima, 6 marzo, a Cirò Marina presso Teatro - Centro Polivalente "Alikia".

Banner

Una nuova cornice teatrale che aprirà il palcoscenico sulla bellezza del ritorno se pur ancora graduale, alla normalità.

Banner

Banner

Alle ore 18,30, gli attori lametini saliranno sul palco per allietare il pubblico di Cirò Marina con la esilarante commedia “Fortuna con la C maiuscola” in due atti, liberamente tratta da Eduardo De Filippo, in vernacolo lametino, con la regia di Raffaele Paonessa.

A far da padrona sarà la spensierata leggerezza dei fratelli De Filippo con la puntuale chiosa di una moralità, che parla ancora alla nostra modernità.

Gli attori con comici dialoghi, scene pittoriche che si spingono a volte sul grottesco, riaccenderanno i colori, ricordi, suoni, e sapori del vernacolo quale incisiva comunicazione teatrale ed emozionale.

Siamo orgogliosi – dichiara il regista Raffaele Paonessa – per l’invito ricevuto dagli amici di Cirò Marina che, nonostante le diverse criticità del momento, sono riusciti a portare avanti la rassegna teatrale di cui ci onoriamo di far parte. Riuscire in questo periodo di ennesima ripresa – continua – a stimolare la letizia del nostro pubblico è la ricompensa più grande per tutta la nostra associazione. Il teatro è condivisione di gioie e dolori, facendoci sentire tutti parte del medesimo destino che trova nel sorriso, balsamo per gli affanni quotidiani.

La serata sarà inoltre, arricchita da un momento di degustazione dei vini della “cantina Francesco Malena”, sottolineando la bellezza del connubio di arte quale conoscenza e promozione delle eccellenze del nostro territorio in tutte le sue forme.

Il nettare degli dèi quale grazia della natura ed il teatro quale diabolico strumento della provvidenza artistica.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner