Tendopoli di San Ferdinando: per Saccomanno, Iwobi e Sbai è una "situazione inumana e non più ammissibile"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Tendopoli di San Ferdinando: per Saccomanno, Iwobi e Sbai è una "situazione inumana e non più ammissibile"

  20 giugno 2022 09:44

Sotto un caldo torrido ed a quasi 34 gradi vi è stata la visita del sen. Tony Chike Iwobi e dell’on. Souad Sbai, del dipartimento nazionale dell’integrazione della Lega, alla tendopoli di San Ferdinando, accompagnati dal sen. Fausto De Angelis, dall’assessore Tilde Minasi, dal Commissario regionale Giacomo Francesco Saccomanno, dal Responsabile provinciale Franco Recupero, dai componenti del Dipartimento regionale Shyama Bokkory e Domenico Fedele.

"Una situazione, veramente, drammatica e disumana!" Questo il commento. Persone totalmente abbandonate e che chiedevano aiuto e sostegno. Una bomba umana che oramai viene quasi ignorata dal oltre un decennio e che nemmeno la rivolta del 2010 è riuscita a modificare. Anzi, la situazione è fortemente peggiorata.

Banner

Banner

Non è questo, sicuramente, il modo per accogliere i migranti e non è questo, veramente, il modo per far vivere degli esseri umani. Il sen. Iwobi e l’on. Sbai sono rimasti seriamente allibiti da quanto constatato direttamente e dalle sofferenze di tante persone che sono sbarcati, dopo sacrifici e, forse, anche torture, nel nostro paese per essere considerati peggio degli animali. Una visione che li ha impressionati e turbati moltissimo e che non potrà più rimanere nel chiuso di una realtà allucinante e che non è, sicuramente, indice di un paese civile come l’Italia.      

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner