Tirocinanti calabresi bloccano il bivio dell'aeroporto di Lamezia Terme. "Basta lavoro nero legalizzato"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Tirocinanti calabresi bloccano il bivio dell'aeroporto di Lamezia Terme. "Basta lavoro nero legalizzato"

  15 giugno 2021 15:31

Almeno 500 tirocinanti del settore pubblico calabrese hanno bloccato in segno di protesta il bivio dell'aeroporto di Lamezia Terme. Sono 6500 le persone che lavorano da circa 10/12 anni negli enti pubblici della regione con contratti atipici e senza contributi.  L'USB Calabria presente alla manifestazione per sostenere i laboratori parla di 'lavoro nero legalizzato e pubblico.  Sono in tanti da anni ad aspettare una stabilizzazione che non c'è mai stata. Parliamo di persone anche adulte con famiglia mentre la politica cerca di 'usare' i voti di questi lavoratori.  Si tratta di una bomba sociale che sta scoppiando".



I laboratori sono stufi ed urlano slogan contro la Regione Calabria ed il Governo nazionale reo di non dare risposte a chi da troppo tempo vive in una condizione di instabilità. "Siamo stufi, basta prese in giro. Da troppo tempo viviamo così" ci dice una tirocinante. Antonio Jiritano dell'USB Calabria rende noto: "Si parla tanto di posti di lavoro,  concorsi e Recovery plan, ma qui non si è visto nulla e di assunzioni non se ne parla".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner