Torre di Ruggiero, il sindaco replica alla minoranza: "Mai negato l'accesso agli atti" e spiega il perché

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Torre di Ruggiero, il sindaco replica alla minoranza: "Mai negato l'accesso agli atti" e spiega il perché
Vito Bruno Roti, sindaco di Torre di Ruggiero
  23 marzo 2022 14:28

Il sindaco di Torre di Ruggiero Vito Bruno Roti risponde ai consiglieri di minoranza Agnese Barbieri, Nicola Sanzo e Vincenzo Chiefari che avevano denunciato  di esservi visti negare l'accesso agli atti.

Egregio Direttore, l’articolo dal titolo “Torre di Ruggiero, negato l'accesso agli atti ai consiglieri di minoranza”, pubblicato il 22 marzo 2022 16:52 sul giornale on line da Lei diretto riporta dei fatti che non corrispondono alla realtà. Pertanto, nella mia qualità di Sindaco del Comune di Torre di Ruggiero, con riserva di tutelare nelle sedi opportune, l'Ente che rappresento nonché la correttezza e linearità dell'amministrazione e dell'operato dei soggetti ingiustamente coinvolti, La invito a rettificare, nei termini e nelle forme di legge, il titolo dato all'articolo, non avendo il sottoscritto, il Responsabile dell'Ufficio Tecnico, il Segretario comunale, negato l'accesso agli atti ai consiglieri di minoranza. Quanto al contenuto della pubblicazione, dal virgolettato si presume che sia riportato integralmente il pensiero dei consiglieri di minoranza; tuttavia, le gravi falsità, dagli stessi esposte nel tentativo di dare clamore mediatico ad una notizia inesistente, meritano di essere smentite. In primo luogo, la corposa richiesta di accesso agli atti non riguardava la mera estensione delle graduatorie, ma la presa visione e la copia di ben 13 corposi fascicoli, per alcuni dei quali vi sono dati sensibili da tutelare e per altri l'intervento della magistratura.

Banner

In secondo luogo, la richiesta viene acquisita al protocollo generale giovedì 17 marzo 2022 e trasmessa all'ufficio tecnico solo lunedì 22 marzo 2022 Si precisa che, il Responsabile dell'Area Tecnica, nominato con Decreto sindacale per 18 ore settimanali. Orbene, tra l'istanza e il presunto inesistente diniego, asseritamente lunedì 21 marzo 2022, non sono trascorsi giorni utili per consentire ai dipendenti e al responsabile di reperire i fascicoli. Nessuna violazione dell'art. 43, c. 2 del TUEL è stata perpetrata. La falsa affermazione e diffusione di fatti non veri sarà portata a conoscenza delle competenti autorità. In questa sede, per fugare ogni dubbio si puntualizza: la mera citazione della norma, senza esplicitarne il contenuto può indurre in errore il lettore, così come l'enfasi data alla notizia utilizzando il grassetto. Per rispetto dei miei concittadini e della carica che ricopro, invito i consiglieri di minoranza a rileggere il testo dell'art. 43 senza omettere il comma 3, in combinato disposto con il regolamento comunale, ai sensi dei quali i termini per adempiere alla richiesta sono fissati in 30 giorni. Inoltre, è il caso di richiamare le recenti sentenze del Consiglio di Stato (11 marzo 2021, n. 2089) in ordine alla richiesta di un consigliere finalizzata ad ottenere l'elenco dei cittadini che hanno domandato i benefici economici disposti dalla normativa emergenziale; il massimo organo della giustizia amministrativa, ha precisato: Il diritto di accesso del consigliere comunale non può considerarsi come un "diritto tiranno" nei confronti di altre situazioni meritevoli di protezione costituzionale né incondizionato". Vi è un limite funzionale intrinseco cui il diritto d'accesso è sottoposto, espresso dall'art. 43 comma 2, D. Lgs. n. 267/2000 con il richiamo alla utilità delle notizie e delle informazioni possedute dall'ente locale rispetto alla funzione di rappresentanza politica del consigliere comunale.

Banner

Ed ancora, il Responsabile dell'Ufficio Tecnico non ha negato l'accesso agli atti. Per stessa ammissione della minoranza avrebbe consentito successivamente la visione. In verità il Tecnico avrebbe precisato in presenza del dipendente comunale, che il differimento era dovuto al fatto di non aver ancora ricevuto la richiesta e da quanto dagli stessi esposto, in ogni caso riguardanti posizioni relative a periodi precedenti al suo incarico, pertanto si rendeva necessario ricercare i fascicoli nei giorni successivi. Infine, non vi sono mai stati casi di indifferenza ed ostacolo al diritto di esercitare il compito e il mandato di consiglieri Comunali. In assenza di indicazione specifica di circostanze di fatto, l'illazione riportata nell'articolo lede la dignità e l'immagine dell'amministrazione comunale. Si chiede, pertanto, di riportare i fatti al loro reale contesto, con preghiera di pubblicazione integrale , ai sensi dell’art. 8 della legge n. 47/48.

Banner

Vito Bruno Roti
Sindaco di Torre di Ruggiero

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner