Tutto pronto per la tre giorni del “Premio Letterario Città di Girifalco”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Tutto pronto per la tre giorni del “Premio Letterario Città di Girifalco”
Il 9 agosto a Girifalco

Il 9 agosto

  04 agosto 2022 16:53

Il conto alla rovescia è già partito e la data cerchiata in rosso sul calendario è quella di martedì 9 agosto. E’ infatti tutto pronto per la tre giorni del “Premio Letterario Città di Girifalco”, la kermesse promossa dall’Amministrazione Comunale su input dell’assessore alla Cultura Elisabetta Sestito e con la direzione artistica dello scrittore Domenico Dara.

L’iniziativa, patrocinata dalla Regione Calabria, dalla Presidenza del Consiglio Regionale della Calabria, dall’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, vede la partecipazione attiva di Pro Loco, associazione culturale Minerva, Asp, Eco Meeting e Tele Pepè. 

Banner

Il programma

Banner

Si parte martedì 9 agosto alle 21.30 con "Eremia" Ettore Castagna in concerto con Carmine Torchia e Peppe Costa. Si prosegue il 10 agosto alle ore 18.00 con il focus “Dalla disabilità alla resilienza ” mentre alle 21:30 è prevista l'intervista al medico psichiatra Santo Rullo, ideatore del progetto nazionale “Crazy Football”. A seguire la proiezione del docufilm "Crazy for Football-Matti per il Calcio”. A conclusione di serata verrà assegnato il premio “Parole e follia”. L’epilogo finale della kermesse l’11 agosto alle ore 21.30 con la premiazione del romanzo vincitore “Le maestose rovine di Sferopoli” di Michele Mari con letture di brani dell'opera e accompagnamento musicale di Francesco Loccisano ed incursioni poetiche di Daniel Cundari. 

Banner

Arte, magia e inclusione 

“Avevo da bambina un sogno nel cassetto – dice l’assessore Elisa Sestito - quello che un premio letterario portasse il nome del mio paese ‘Girifalco’. I sogni non si coronano da soli, hanno bisogno di persone speciali come un direttore artistico del calibro di Domenico Dara e un sindaco come Pietrantonio Cristofaro che riconosce il valore fondamentale della cultura, la necessità di superare il provincialismo e pensare per la comunità orizzonti più vasti. Esistono molti premi letterari - dice l'assessore Sestito - ma il nostro ha caratteristiche uniche perché è intriso di memoria storica e cultura psichiatrica, quella che da sempre ha caratterizzato la nostra Comunità che ha ospitato uno degli ospedali psichiatrici più importanti del meridione d'Italia, quel manicomio che ha fatto di Girifalco paese dell'inclusione e dell'integrazione sociale. Una comunità speciale in grado di accogliere il folle, il matto, il diverso dandogli accoglienza".

"Difatti il nostro Premio contiene al suo interno un riconoscimento in denaro a un'opera di qualsiasi natura (artistica, musicale, ecc.) che si sia distinta in ambito psichiatrico. Girifalco è il paese dei pazzi non perché i suoi abitanti hanno patologie psichiatriche - continua l'assessore - ma perché gli alienati, i folli, i matti (come a suo tempo venivano definiti) a Girifalco hanno trovato porte aperte, hanno trovato una comunità in grado di accogliere e integrare. Vi aspettiamo a Girifalco in serate dove arte, magia ed inclusione si incontrano in un connubio emozionante che saprà appassionare tutti”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner