Tutto pronto per "Trame" il festival dei libri sulle mafie a Lamezia Terme dal 1 al 5 settembre

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Tutto pronto per "Trame" il festival dei libri sulle mafie a Lamezia Terme dal 1 al 5 settembre

  26 maggio 2021 17:27

"Vogliamo lanciare un segnale di resistenza, perché resistere significa che un territorio può riscattarsi", lo ha detto Giovanni Tizian nella conferenza stampa di introduzione a Trame. Festival dei libri sulle mafie che si svolgerà dal primo al cinque settembre 2021 a Lamezia Terme. In un anno di incertezze e cambiamenti, anche l’evento culturale dedicato alle mafie si adatta ai tempi, posticipando eccezionalmente l'appuntamento ormai fisso di giugno e offrendo un’edizione in presenza, come annunciato dal direttore artistico Giovanni Tizian nella conferenza stampa di introduzione al festival.

Tante le novità presentate, che arricchiscono il cartellone di incontri e dibattiti nelle piazze. A cominciare dalle testimonianze delle vittime di racket e usura, provenienti da tutta la regione, che hanno avuto il coraggio di denunciare. La possibilità nasce dal progetto Pon Legalità Mani libere in Calabria, che ha permesso all’Associazione Antiracket Lamezia Onlus Ala , promotrice del Festival insieme alla Fondazione Trame, con le associazioni antiracket di *Cosenza, Cittanova e Polistena, di creare quattro sportelli dislocati sul territorio regionale dedicati all'ascolto e all'assistenza legale, bancaria e commerciale, psicologica, delle vittime.

Banner

La Fondazione ha inoltre avviato una rete con le librerie calabresi, un percorso in divenire di scambi, legami, occasioni di confronto e collaborazioni, non solo in vista di Trame.10, per unire tutte le comunità di lettori che si riconoscono nei valori e nel marchio Trame.In cantiere anche l'idea di creare sul territorio un laboratorio stabile di giornalismo a cura dei professionisti del mondo dell'informazione provenienti dal quotidiano *“Domani”* , di cui lo stesso Tizian è firma, «per rimettere un faro sulla Calabria a livello nazionale».Il Festival partecipa al progetto condiviso e sostenuto dal Comitato Nazionale per le celebrazioni dantesche "Piazza Dante. #Festivalinrete", istituito dal Ministero della cultura, che unisce quarantatré Festival di approfondimento culturale.


Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner