UMG, la denuncia di Flc Cgil: "L’Università di Catanzaro tutela le (DIS)pari opportunità"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images UMG, la denuncia di Flc Cgil: "L’Università di Catanzaro tutela le (DIS)pari opportunità"
Università Magna Graecia di Catanzaro
  07 maggio 2024 15:34

"Le segreterie regionale e provinciale della FLC CGIL stigmatizzano e condannano un gravissimo episodio discriminatorio di genere perpetratosi nei confronti di una lavoratrice all’interno dell’Università di Catanzaro. Una dipendente in stato di gravidanza è stata privata, con un provvedimento del 29/04/2024 a firma del Direttore Generale, di un incarico di responsabilità con la pretestuosa e aberrante scusante della “impossibilità oggettiva a proseguire l’incarico”.

Spiace, purtroppo, constatare che l’UMG di Catanzaro non è nuova a comportamenti del genere; anche in passato, infatti, si sono verificate situazioni analoghe nei confronti di lavoratrici in gravidanza o al rientro dalla stessa che, purtroppo, non hanno   potuto   mantenere   la   propria   posizione   lavorativa   e    si    sono ritrovate "temporaneamente trasferite” in ogni dove senza giustificato motivo. Sono situazioni gravissime e imbarazzanti in un Ateneo che, da un lato, organizza iniziative sulle pari opportunità (non ultima l'iniziativa dal titolo "A proposito di Donna: competenze tecniche e umane delle donne per un' Europa più produttiva”- 22

Banner

23 aprile u.s.), e dall'altro, paradossalmente, mette in atto atteggiamenti discriminatori e mortificatori verso le stesse che andrebbero invece tutelate e salvaguardate.

Banner

La RSU di Ateneo, con nota del 01/05/2024, aveva segnalato il profondo dissenso avverso il provvedimento ma, ad oggi, l’amministrazione non solo pare non abbia adottato alcun dietrofront ma, cosa ancor più grave, non ha nemmeno fornito un minimo cenno di riscontro, in barba ad ogni forma di cortesia istituzionale e sindacale.

Banner

Non si intende, certamente, addentrarsi nel merito legale della vicenda della quale si stanno già occupando i nostri uffici legali, ma non possiamo più tollerare né giustificare queste "mortificazioni e umiliazioni" verso i lavoratori".

Lo affermano, in una nota, Mimmo Denaro (Segretario Regionale FLC CGIL CALABRIA) e Alfonso Marcuzzo (Segretario provinciale area vasta CZ-KR-VV FLC CGIL)

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner