Un amaro gold: l’Eremita vince la medaglia d’oro al World Liqueur Awards 2022

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Un amaro gold: l’Eremita vince la medaglia d’oro al World Liqueur Awards 2022

Prodotto dal liquorificio Gentile

  01 maggio 2022 15:27

L’Amaro Eremita, prodotto dal Liquorificio Gentile, vince la medaglia d’oro al prestigioso concorso internazionale World Liqueur Awards 2022, sezione erbe, tenutosi in Inghilterra, distinguendosi come uno dei migliori amari al mondo.

Grande soddisfazione per l’imprenditore Luca Gentile che ha avviato la sua attività nel Duemila a Carlopoli, comune catanzarese nel cuore verde del Reventino. 

Banner

Il premio arriva per l’amaro alle erbe, accuratamente selezionate e trattate attraverso una cura artigianale scrupolosa, all’interno di una filiera totalmente calabrese.

Banner

Diversi i riconoscimenti arrivati dagli imprenditori del settore e non. Tra i primi a esprimere grande felicità nell’apprendere questa notizia che dà lustro e vanto a tutta la Regione Sebastiano Caffo, Ceo Distilleria Fratelli Caffo: “Ha ricevuto il giusto riconoscimento per un prodotto di qualità realizzato interamente in Calabria”.

Banner

Florindo Rubettino, Editore delle Industrie Rubettino: “Un riconoscimento davvero meritato e straordinario che premia la qualità, la ricerca e l’eccellenza nel lavoro quotidiano”.

Emilio Leo, Ceo del Lanificio Leo: “Con la creazione dell’Amaro Eremita e di tanti altri ottimi liquori ha dimostrato che l’amore per il territorio e la dedizione al lavoro possono generare prodotti di grande carattere e che sono un importante pezzo della nostra identità”.

Franco Sirianni, Presidente dell’Associazione Imprenditori del Reventino: “La notizia della Gold Winner attribuita all’Amaro Eremita mi ha entusiasmato! Un prestigioso riconoscimento a un prodotto straordinario”.

Francesco Esposito, Presidente del Gal dei Due Mari: “É il meritato riconoscimento ad una delle realtà imprenditoriali del Reventino che, ancora una volta, dimostra la grande professionalità e la capacità produttiva del territorio”.

Arriva anche il plauso e la gioia dell’Associazione Amaro Letterario, nata proprio intorno all’idea imprenditoriale di Luca e alla passione per la lettura e la scrittura di Pasqualina Arcuri e Angelina Pettinato: i sogni, come sempre, quando sono nutriti, volano in alto.

Un esempio di imprenditoria artigianale partita dal basso e a carattere fortemente identitaria dà speranza a tutti i calabresi che vogliono invertire nella loro terra.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner