Us Catanzaro 1929, Bianchimano: "Sono tornato con tanta voglia. Possiamo fare meglio dell'anno scorso"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Us Catanzaro 1929, Bianchimano: "Sono tornato con tanta voglia. Possiamo fare meglio dell'anno scorso"
Andrea Bianchimano, in sala stampa
  05 settembre 2019 21:22

ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

Sorriso sulle labbra e la consapevolezza di essere ritornato nella piazza che di più lo ha cercato durante il mercato estivo. Ecco di nuovo davanti ai microfoni della sala stampa del PoliGiovino, Andrea Bianchimano, attaccante di professione, nuovamente in giallorosso con la maglia numero 18 per dare qualità e sostanza al reparto offensivo di mister Auteri.

Banner

“Un ritorno forse inaspettato – ha commentato la punta arrivata in prestito dal Perugia – che si è concretizzato negli ultimi minuti di mercato, ma la chiamata del Catanzaro non si può rifiutare. Torno con tanta voglia di dimostrare e per ripartire da dove abbiamo finito”.

Banner

Bianchimano è una punta centrale molto alta ma con caratteristiche anche da attaccante di movimento che piacciono molto a Gaetano Auteri, che saprà come e quando impiegarlo. È arrivato a Catanzaro a gennaio e ha collezionato 14 presenze e 5 gol ma a fine stagione ha fatto rientro a Perugia che ne detiene il cartellino. Poi, a sorpresa, il ritorno con le aquile in prestito per un anno.

“E’ una società molto importante – ha sottolineato il giocatore - e ringrazio sia il direttore che il presidente che hanno saputo allestire un ottimo organico. Con il mister mi ero sentito tante volte durante l’estate”. A chi gli chiede se con il suo arrivo questa squadra sarà un po' più forte risponde: “Se con me la squadra è più forte lo potrà dire solo il campo. Il direttore ha allestito una squadra molto importante e speriamo di avere più fortuna dell’anno passato. Gli infortuni ci hanno messo alle corde e abbiamo perso terreno. Anch’io ho patito a causa degli infortuni ma ora sto bene e spero di garantire più continuità di prestazioni. Ho fatto tutto il ritiro con il Perugia e non ho avuto problemi. Ho visto che abbiamo preso tanti attaccanti e ogni giorno cercherò di migliorarmi seguendo le indicazioni del mister”.

Subito dopo la conferenza stampa il giocatore si è unito al gruppo per l’allenamento odierno.
Ventotto elementi in campo, fatta eccezione per Urso e Adamonis: il primo ancora fermo a causa dell’infortunio alla caviglia e il secondo per problemi muscolari. Mentre per Nicoletti, lavoro differenziato. Gli altri, tutti disponibili agli ordini del mister Auteri e dei preparatori atletici. Nella fattispecie il tecnico di Florida ha voluto provare centrocampo e difesa in una serie di esercitazioni simulate in un fazzoletto di campo. Da una parte, ha schierato una difesa a 4 con Elizalde, Martinelli, Signorini e Celiento. Dall’altra, Quaranta, Figliomeni e Riggio. A centrocampo invece ha provato Maita e Risolo, da una parte e Tascone e De Risio, dall’altra. E così ha continuato per circa mezz’ora. Un sistema improntato sulla filosofia di gioco del mister che mira a tenere la squadra sempre corta e compatta e pronta a risalire rapidamente per costruire l’azione offensiva. Movimenti essenziali che il mister fa ripetere fino allo sfinimento proprio per far metabolizzare al massimo la sua idea di calcio improntato su ritmi alti e palla a terra.

Domani, altro allenamento al PoliGiovino e poi sabato mattina rifinitura al Ceravolo, prima della partenza per Monopoli, dove il giorno dopo, alle 15, è previsto il match contro la squadra di casa.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner