Us Catanzaro 1929, Di Gennaro: "Bel gruppo, non vedo l'ora di iniziare". Calaiò sfuma

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Us Catanzaro 1929, Di Gennaro: "Bel gruppo, non vedo l'ora di iniziare". 
Calaiò sfuma
Raffaele Di Gennaro, in sala stampa
  22 agosto 2019 21:55

ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

Al di là delle suggestioni di mercato che hanno stuzzicato le fantasie dei tifosi a tal punto da far credere nell’arrivo di Emanuele Calaiò e che la fervida immaginazione collettiva lo aveva già dato in città per firmare il contratto, si torna con i piedi per terra.  Si torna alla realtà e così si presenta ai giornalisti il nuovo portiere del Catanzaro, Raffaele Di Gennaro.

Banner

Arrivato alla corte di Auteri dopo una logorante ricerca di mercato caratterizzata da lunghe attese, trattative estenuanti e una girandola di nomi, Di Gennaro arriva nel capoluogo di regione firmando un contratto biennale e mettendo fine ai patimenti del Ds Lo Giudice e del Mr Auteri. Il calciatore, classe ’93, esordisce così: “Ho trovato un bellissimo gruppo, una società seria, solida, presente e molto organizzata e questo è fondamentale per partecipare ad un campionato. Sono contento di essere qui e farò di tutto per dare il meglio di me”. Di Gennaro disputerà per la prima volta un campionato di serie C ma come lui stesso afferma “si tratta di un campionato importante e abbiamo tante aspettative e voglio dimostrare sul campo che sono la persona giusta e farò di tutto per riuscirci”. Dopo 15 anni all’Inter ha deciso di tuffarsi in una nuova esperienza da protagonista e afferma: “Il gruppo è fantastico ed è importante per giocare a calcio. Mi hanno dato tanta fiducia: la società, la gente e quando la trattativa doveva andare a buon fine sui social molti mi hanno invitato ad accettare Catanzaro e questo mi ha fatto molto piacere. Sentirsi parte di un gruppo è davvero importante. Noi viviamo per le emozioni”. Dopo anni di serie B l’anno scorso di Gennaro resta fermo per un intero anno nel corso del quale “mi allenavo e basta. Si certo, con grandi campioni, in un ambiente straordinario in cui ho avuto modo di crescere ma non ero protagonista. E comunque, in 5 anni di serie B a Cittadella, Spezia, Latina, Ternana non mi è quasi mai capitato di essere accolto così bene dalla piazza e vedere così tanta gente alla presentazione della squadra. E poi – spiega – l’anno scorso non ha giocato perché serviva per la lista champions un portiere e anche per il settore giovanile e così ho fatto in modo che quell’anno fosse produttivo. Mi allenavo con Handanovic e con altri campioni ma comunque non ero protagonista”. Domenica invece si gioca e sarà probabilmente il debutto con la maglia giallorossa.

Banner

Subito dopo, ha avuto inizio l’allenamento del giovedì con riscaldamento e lavoro con la palla. La notizia più importante è che Urso, durante la seduta di due giorni fa si è procurato una noiosa contusione/distorsione alla caviglia destra che lo terrà fermo ai box almeno tre settimane. Quindi slitta l’esordio tanto atteso per il centrocampista. Mentre Fischnaller lavora a parte per superare il problema al ginocchio.

Banner

Radio mercato invece oggi dice che Pergreffi e Donnarumma hanno trovato altra squadra e che sul fronte offensivo si guarda a Montalto e Gondo dopo il sogno (sfumato o mai seriamente coltivato) di vedere indossare la maglia numero 9 all’ex bomber di Napoli, Parma e Siena. Intanto, gli abbonamenti salgono a 2mila151 rafforzando ancora di più lo zoccolo duro della tifoseria presente ogni domenica al Ceravolo. E chissà come sarebbe lievitata questa cifra, se solo si fosse puntato all’acquisto di un grosso attaccante di nome. In molti ripetevano: se prendiamo Calaiò mi abbono! E ora che il sogno è quasi svanito cresce la delusione. La piazza tuttavia risponde presente con i fatti ma ora la società dovrà regalare questa ciliegina finale ai tifosi.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner